Zen, Pinguini Tattici Nucleari: ascolta la canzone, leggi testo e significato

Pinguini Tattici Nucleari, Zen: testo e significato della canzone. Ecco di cosa parla il brano tratto dall’album “Fake news”

Zen è la prima traccia dell’album “Fake News” dei Pinguini Tattici Nucleari, uscito il 2 dicembre 2022. Potete ascoltare qui sotto la canzone, leggere testo e significato.

Pinguini Tattici Nucleari, Zen, Ascolta la canzone e leggi il significato

Zen ha molti riferimenti personali, dai live allo studio di registrazione. E tra diritti d’autore, dischi d’oro e di platino, il pensiero è alla ragazza che si trova in Francia, che sente – a distanza- e per la quale lascerebbe tutto pur di starle accanto (“Ma se hai il pallino dei francesi guarda che sarei capace, Anche di leggere Baudelaire o perdere la guerra mondiale”). Vorrebbe essere in grado di trovare un equilibrio, una pace interiore, mentre tutto intorno sembra avere un significato inferiore (“E venderei anche l’anima al diavolo, Se trovasse un po’ di pace per me, Regalami i tuoi occhi da angelo, Che indosso per cercare il mio zen”).

Qui sotto potete ascoltare il brano (oppure cliccando qui).

Pinguini Tattici Nucleari, Zen, Testo canzone

Sarà che sono di settembre come tutti i grandi cuori
Ma i dolori che ho annegato qualche volte tornan fuori
Come gocce nella doccia che non mi fan dormire mai
O come quelle che mi prendo per non sbagliare troppo ai live

Voglio volare leggero pensando che è un gioco e alla fine si perde
Fingermi legno tra un oro ed un platino perché così brucerò
Essere competitivo non serve se sai di еssere competеnte
Perché la musica resta, gli abiti, i soldi e le macchine no

E venderei anche l’anima al diavolo
Se trovasse un po’ di pace per me
Regalami i tuoi occhi da angelo
Che indosso per cercare il mio zen

Sono in studio e tu sei andata in Francia per studiare
Scherzi e dici che c’è un tipo che ti piace (Vabbè, pace)
Ma se hai il pallino dei francesi guarda che sarei capace
Anche di leggere Baudelaire o perdere la guerra mondiale

Oggi non voglio classifiche, numeri, ticketing, royalties, brand
Mi vorrei illudere di essere lì a suonare solo per te
Dici che chi dorme non piglia pesci, ma qualche pesce in faccia c’è, eh-eh
Che tra impostori e impostati è dura arrivare a toccare lo zen

E venderei anche l’anima al diavolo
Se trovasse un po’ di pace per me
Regalami i tuoi occhi da angelo
Che indosso per cercare il mio zen

Cercare il mio zen
Cercare il mio zen

Pezzi di canzoni che tu metti nelle stories
Per spiegar le tue emozioni agli imbecilli come me
Me li segno sulla pelle, me li lego attorno ai polsi
Come grandi aceri rossi dentro al mio giardino zen

E venderei anche l’anima al diavolo
Se trovasse un po’ di pace per me
Regalami i tuoi occhi da angelo
Che indosso per cercare il mio zen

(Eh-eh-eh, oh-oh)
Li indosso per cercare il mio zen (Eh-eh-eh, oh-oh)
Li indosso per cercare lo zen