Trey Songz, concerto in Ohio nonostante i divieti per il Covid-19: intervengono gli agenti, locale chiuso

Trey Songz si presenta in un locale dell’Ohio per una serata e un concerto: scattano i controlli, locale chiuso e polemiche

Trey Songz è al centro di polemiche a causa di un concerto tenutosi sabato sera in Ohio, in una discoteca a Columbus.

Il procuratore della città di Columbus, Zach Klein, ha ordinato la chiusura temporanea del nightclub, sostenendo che il concerto violava i requisiti legati al COVID-19. Martedì ha emesso un ordine restrittivo contro il club. Klein afferma che l’ordine sarà effettivo fino a quando il caso non sarà presentato a un tribunale, che secondo lui potrebbe arrivare il 17 dicembre.

Secondo quanto emerso, anche dalle testimonianze degli agenti accorsi sul luogo, erano presenti circa 500 persone, senza alcuna regola seguita.

“Il concerto al chiuso dello scorso fine settimana all’Aftermath è stato in palese violazione degli ordini sanitari del COVID-19 e delle migliori pratiche di allontanamento sociale. Siamo nel bel mezzo di un’ondata di infezioni da coronavirus, ma i proprietari dell’Aftermath hanno pianificato di continuare a ospitare eventi su larga scala presso la loro sede, incluso questo. Nell’interesse della salute della comunità, ci siamo assicurati la chiusura immediata di questa proprietà”

I video condivisi su Instagram dai partecipanti dello show hanno mostrato centinaia di persone riunite intorno al palco, in piedi spalla a spalla, con pochi di loro che indossavano mascherine di protezione.

Come riportato anche da People ecco la situazione in essere:

“Gli agenti hanno osservato gli avventori in piedi, camminare liberamente e condividere le bevande alcoliche direttamente dalla stessa bottiglia mentre venivano passate tra i gruppi. Stabilimenti come Aftermath stanno promuovendo un ambiente malsano e portano via da tutte le aziende che stanno cercando di fare la cosa giusta”

Nè i rappresentanti del cantante né quelli del locale hanno voluto rilasciare dichiarazioni a People.

Trey Songz è stato positivo al Coronavirus

A rendere questa situazione ancora più assurda è che lo scorso ottobre, Songz aveva rivelato di essere risultato positivo al COVID-19 e ha condiviso che suo nonno è morto all’inizio dell’anno per ciò che il cantante crede fosse dovuto a complicazioni dovute al virus.

“Lo prenderò sul serio, mi metterò in quarantena. Starò a casa mia finché non vedrò un segno negativo. (…) Se entri in contatto con il COVID, per favore fai lo stesso. Per favore, fai lo stesso. Non fare come il Presidente (Trump, ndr)”

Poi, un paio di mesi dopo, la sua presenza in un locale dell’Ohio per una serata vietata dalle regole di oggi.

I Video di Soundsblog