The Weeknd in Italia, concerto a Milano il 26 luglio 2023: info biglietti, prevendite

The Weeknd in Italia, tour 2023: concerto a Milano il 26 luglio 2023, tutte le informazioni sulla data e sulla prevendita dei biglietti

The Weeknd ha annunciato la date del suo “After Hours til Dawn Tour” in America Latina e in Europa. In queste ore, il cantante ha condiviso le tappe dei suoi live dopo gli appuntamenti già svelati in America. E i fan italiani non potranno perdersi il concerto previsto il 26 luglio 2023 all’Ippodromo Snai San Siro. Sarà l’occasione perfetta per assistere, dal vivo, ai più grandi successi dell’artista.

The Weeknd in Italia, concerto a Milano il 26 luglio 2023

Se siete interessati ad acquistare i biglietti, la prevendita partirà il 1 dicembre 2022 a partire dalle 12 (clicca qui).

Abel Makkonen Tesfaye – in arte The Weeknd- ha ricevuto diversi riconoscimenti, tra cui quattro Grammy Awards, un Latin Grammy Award, 20 Billboard Music Awards, 17 Juno Awards, sei American Music Awards, due MTV Video Music Awards e nomination per un Academy Award e un Primetime Emmy Award.

Il suo ultimo disco è stato pubblicato a inizio gennaio 2022, Dawn FM, e dall’album sono stati estratti -come singoli- Take My Breath, Sacrifice, Out of time e Less Than Zero.

The Weeknd contro i Grammy

Nel 2021, The Weeknd si era duramente scagliato contro i Grammy Awards:

“Se tu mi chiedessi, tipo, ‘Pensi che i Grammy siano razzisti?’ credo che l’unica vera risposta sia che negli ultimi 61 anni dei Grammy sia che solo 10 artisti neri hanno vinto l’album dell’anno. Non voglio fare questo discorso su di me. Questo è solo un dato di fatto. Guarda, personalmente non mi interessa più. Ho tre Grammy, che non significano nulla per me ora, ovviamente. A causa di questi comitati segreti, non permetterò più alla mia etichetta di presentare la mia musica ai Grammy”

Negli anni passati, aveva vinto 3 Grammy Awards: miglior album contemporaneo urbano per “Starboy” nel 2017, e nel 2015 ha vinto la migliore performance R&B per la canzone “Earned It” e il miglior album contemporaneo urbano per “Beauty Behind The Madness”.

Ma “After Hours”, disco del 2020 applaudito dalla critica e vendutissimo in tutto il mondo, non ottenne nemmeno una candidatura nel 2021, suscitando forti polemiche generali, da parte dei fan e dall’artista stesso. Da qui la decisione di sottrarsi nelle edizioni successive.