The Verve: la versione alternativa dello storico video di Bitter Sweet Symphony

La versione alternativa del video di Bitter Sweet Symphony, il singolo dei The Verve pubblicato nel ’97, è stato reso disponibile.

Tra i singoli che hanno segnato musicalmente gli anni ’90 e il Brit Pop, troviamo sicuramente Bitter Sweet Symphony, il brano che portò i The Verve, la band di Wigan capitanata da Richard Ashcroft, alla ribalta internazionale e all’apice del loro successo. Urban Hymns, l’album dal quale furono estratti altre hit come The Drugs Don’t Work, Lucky Man e Sonnet, vendette oltre dieci milioni di copie nel mondo.

Bitter Sweet Symphony si fece conoscere anche per una famosa controversia legale che coinvolse Mick Jagger e Keith Richards dei Rolling Stones in quanto il sample usato per la canzone, il riff d’archi preso dalla versione orchestrale di The Last Time, fu utilizzato senza autorizzazione.

Altrettanto iconico, fu il video che accompagnò il singolo, diretto da Walter Stern e girato sulla Hoxton Street di Londra, dove vediamo Richard Ashcroft camminare imperterrito e spedito lungo la strada, urtando persone, prendendole a spallate, facendo cadere una donna per terra e salendo anche su un cofano di un’automobile, sotto gli sguardi furenti e scandalizzati dei passanti: un capolavoro, ispirato ad un altro storico video, quello di Unfinished Sympathy dei Massive Attack, e nominato anche a tre MTV Video Music Awards del 1998.

All’epoca, si parlò spesso di una versione alternativa del video di Bitter Sweet Symphony, più violenta ed esplicita, dove Richard Ashcroft veniva addirittura preso a botte, che fu bocciata dall’etichetta Hut Records.

Questa versione alternativa del video è stata resa disponibile su YouTube pochissimo tempo fa.

In questa versione, la camminata di Richard Ashcroft si interrompe al terzo minuto, quando incontra tre uomini che lo picchiano selvaggiamente. Successivamente, il cantante si rialza in piedi, con il volto tumefatto e con il suo sguardo che incrocia quello degli altri componenti della band che, nella versione originale del video, invece, come ricordiamo, si univano a lui nella camminata, verso la fine del video.

L’ultima parte della versione alternativa è ambientata di notte: la camminata di Richard Ashcroft si ferma davanti ad un muro composto da pannelli di legno. L’ultima immagine è il dito del cantante che si avvicina lentamente al muro.

Clicca qui per vedere la versione alternativa del video di Bitter Sweet Symphony.

I Video di Soundsblog