Pinguini Tattici Nucleari, Roma, Stadio Olimpico, 23 luglio 2023: info biglietti, tutte le informazioni

Pinguini Tattici Nucleari in concerto allo Stadio Olimpico a Roma il 23 luglio 2023: ecco tutte le informazioni sui biglietti disponibili

I Pinguini Tattici Nucleari hanno annunciato una seconda data negli Stadi. Dopo San Siro, ecco la tappa allo Stadio Olimpico di Roma, in programma il 23 luglio 2023. Dopo i rumors delle scorse ore, è arrivata la conferma ufficiale, con un post su Instagram:

Sono aperte le prevendite per lo Stadio Olimpico di Roma. Quando, dopo sole 12 ore, abbiamo esaurito i posti di San Siro, ci è sembrato doveroso aggiungere un altro concerto. È per tutti coloro che non sono riusciti ad esserci al primo. Quindi eccoci, Roma! Nel nuovo album ci sarà un’intera canzone dedicata a questa città che sempre ci ha fatto sentire il proprio affetto. A presto ?❤️

CLICCA QUI PER L’ACQUISTO DEI BIGLIETTI DEI PINGUINI TATTICI NUCLEARI ALLO STADIO OLIMPICO A ROMA

La band è riuscita ad ottenere il sold out, nella data allo Stadio San Siro di Milano, a poche ore dall’annuncio, con i biglietti acquistati in tempi record, a conferma ulteriore del grande riscontro ottenuto. Del resto, i Pinguini Tattici Nucleari hanno continuato ad imporsi nel mercato italiano fin dalla loro partecipazione a Sanremo 2022 con “Ringo Starr”. Da allora, una serie di successi e primi posti in classifica -con dischi d’oro e di platino- grazie a hit come “Ridere”, “Scrivile scemo”, “Pastello bianco” e le più recenti “Giovani Wannabe” e “Ricordi“.

Il gruppo sta lavorando al nuovo disco, in uscita prossimamente. A confermarlo loro stessi con l’anticipazione su un brano dedicato alla città di Roma e incluso nella tracklist dell’album di inediti.

“Roma è sempre stata una città difficile da espugnare per tutti i musicisti. La sua coscienza musicale è molto alta, decide lei a chi regalare grandi soddisfazioni. La prima volta che ci siamo andati, per suonare in un piccolo locale del Pigneto, il pubblico ci ha accolto come fossimo amici, quasi parenti. Con alcuni dei presenti siamo tuttora in contatto, perché Roma ti sa far sentire a casa anche se provieni da milioni di chilometri di distanza. L’Olimpico è un traguardo enorme e favoloso, che suggella il nostro amore per la Città Eterna.”