Lo sapevi che gli Oasis non amano Wonderwall?

Wonderwall, gli Oasis non amano il brano, uno dei più grandi successi della loro carriera. Ecco le parole dei fratelli Gallagher…

Wonderwall, una delle canzoni più celebri e conosciute degli Oasis, è stata pubblicata nel 1995, come terzo singolo estratto dall’album “(What’s the Story) Morning Glory?“.

Solo nel 2008 aveva già venduto oltre 1 milione di copie nel Regno Unito e il successo è arrivato non solo in Europa ma anche in America. Negli Stati Uniti, infatti, Wonderwall è riuscita ad entrare nella top ten della Billboard Hot 100, conquistando il disco d’oro. Il successo del brano lo ha reso, in pochissimo tempo, un vero e proprio classico. In Uk, nel 2016, un sondaggio di Radio X l’ha consacrata come una delle canzoni inglesi più belle di sempre.

Il video ufficiale ha vinto ai Brit Awards del 1996 nella categoria British Video of the Year.

Sembra scontato che gli stessi Oasis, i fratelli Gallagher, amino questo pezzo che li ha resi noti in tutto il mondo. E, invece, a quanto pare, non è così.

Nel 2008, Liam Gallagher si è lamentato e ha criticato la la traccia con la stampa durante la presentazione di Dig Out Your Soul, affermando in modo schiacciante:

“Almeno non c’è ‘Wonderwall’ lì dentro. Non sopporto quella f0ttuta canzone! Ogni volta che devo cantarla, vorrei imbavagliarmi. Il problema è che è stata una grande, grande traccia per noi. Vai in America e loro dicono: ‘Sei, Mr Wonderwall?'”

In questo caso, si appianano anche i noti dissidi tra i fratelli Gallagher perché entrambi sono concordi sull’opinione nei confronti del brano. Noel Gallagher, infatti, commentò, a sua volta:

“Fuori dall’Inghilterra, è quella per cui siamo famosi in tutto il mondo, e mi dà fastidio da morire. Non è una fottuta melodia rock and roll. C’è una dichiarazione piuttosto vulnerabile nella canzone”

Tuttavia, nonostante le parole sprezzanti di Liam Gallagher su “Wonderwall“, dopo lo scioglimento degli Oasis, Wonderwall rimane la sua quarta traccia più suonata da quando è diventato un artista solista, nei concerti.

Perché il pubblico, comunque, deve essere accontentato. Nonostante tutto…