La Camba, Qui e Ora: testo e trailer video del nuovo singolo (Anteprima)

La Camba, Qui e ora: il testo della canzone e il teaser video in anteprima ed esclusiva su Soundsblog.it, il singolo esce il 13 novembre 2020

Qui e Ora è il titolo del nuovo singolo de La Camba.

Un canto contro ogni avversità e un delicato invito all’amor proprio, in un unico solo tempo: il presente. Qui e ora. Questo è il titolo del nuovo singolo dell’artista La Camba, nome d’arte di Federica Camba, che, dopo il successo e la presenza nei maggiori network radiofonici e televisivi del singolo “Facci caso”, torna nelle radio e nei digital store il 13 novembre con un brano forte e deciso.

“Qui e ora” è il brano della consacrazione per l’artista, che la vede ancora di più in prima linea nei ruoli di coproduttrice artistica (insieme a Gianmarco Grande) e produttrice esecutiva (il singolo uscirà con la sua etichetta indipendente La Niña), oltre che come autrice stessa di musica e parole. Una capacità artistica che, negli ultimi anni, l’ha resa un pilastro dell’autorialità musicale italiana, con più di 10 milioni di copie vendute, firmando canzoni di grandi interpreti come: Laura Pausini, Luca Carboni, Emma, Alessandra Amoroso, Nek, Elodie, Annalisa e Marco Masini.

“Qui e ora” può rappresentare la forza di una donna capace di riprendere in mano la propria vita; lo stimolo a reagire, sempre e comunque, a un momento avverso come la pandemia attuale, che vorrebbe metterci in ginocchio; o un semplice, e mai scontato, invito all’amore primordiale, all’amore per noi stessi. Queste le parole della cantautrice nel parlare del pezzo:

“QUI E ORA è l’abbraccio che vorrei ricevere tutte le mattine, il messaggio da cui partire a costruire ogni giornata, il continuare a continuare nonostante tutto. È la lotta buona ai casini della vita, quella che non ti fa finire KO. La consapevole voglia di dare la giusta importanza a ciò che ci circonda, ma anche, soprattutto, il sapersi preservare, concedendoci degli attimi in cui tutto il mondo resta fuori e noi rispondiamo presenti, qui e ora.”

A ciascuno il significato e il valore che più gli è affine, dopo l’ascolto del singolo in uscita il 13 novembre. Fuori in contemporanea anche il videoclip del brano, diretto da Fabio Tartaglia e ambientato in una palestra, su un ring metafora di quello scontro quotidiano che, come mostrerà La Camba, ci richiede sempre di indossare i guantoni.

“Siamo tutti pugili nel ring della quotidianità, può finire un amore, o arrivare il Covid a mettere in ginocchio il mondo, noi dobbiamo resistere esistere insistere. Ogni istante QUI E ORA, attuiamo una piccola enorme rivoluzione interna, per non farci mangiare da tutto e continuare a non mollare. È la rivoluzione della vita, è la speranza. È crederci. È la rinascita».

Qui sotto il video teaser in anteprima e, a seguire, sempre in esclusiva, il testo della canzone.

1

La Camba, Qui e ora

Ho sentito l’emozione di rinascere
Ero in un ring e non potevo non combattere
Ho vissuto un minuto alla volta
E me ne frego di chi è stata la colpa
Io sono qui e ora
E adesso ho tutta l’intenzione di risplendere
Smettere di pensare e sentire sentire sentire
Non ho talento nell’avere pazienza
sarò viziata ma voglio l’essenza
Io sono qui e ora
E ho bisogno di me…
Forse amarti aveva un gran sapore
Ma rispettarmi sarà un grande onore
Perché accumuli accumuli accumuli
Poi non ti serve più un ricordo per ricordare
Ho perso mille battaglie perse
Ma non ho perso me
Non è che non ce ne siano state
strade non asfaltate
Ginocchia sbucciate
ma adesso mi sento completa
non sei più la meta
La mia propensione è verso il presente
troppo passato, troppo futuro e io l’unica assente
Qui e ora
Dico che ho un botto di altri errori da commettere
li voglio perdonare e riniziare a iniziare a iniziare
non è una prova per la sopravvivenza
la vita applaude a un nuovo passo di danza
io sono qui e ora
E ho bisogno di me
forse amarti faceva un bel rumore
ma riascoltarmi sarà un grande onore
perché accumuli accumuli accumuli
poi non ti serve più un ricordo per ricordare
ho perso mille battaglie perse
ma non ho perso me
non è che non ce ne siano state
strade non asfaltate
ginocchia sbucciate
ma adesso mi sento completa
non sei più la meta
la mia propensione è verso il presente
troppo passato, troppo futuro

ho vinto mille giornate amare
e ora so amare me
non è che non ce ne siano stati
istanti da uscire di testa
col cuore che pulsa
ma adesso che non sei bisogno,
rimani in un sogno
la mia direzione è verso il presente
poco passato, poco futuro
e io per niente assente
Ero l’unica assente
La mia propensione è verso il presente
qui e ora!