Jacques Brel protagonista del Doodle di Google del 15 novembre 2020

Il doodle di Google del 15 novembre 2020 è in onore di Jacques Brel: ecco chi è il cantautore scomparso all’età di 49 anni

Il doodle di Google di domenica 15 novembre 2020 è “in onore di Jacques Brel“. Ma, per chi non lo conoscesse, ecco qualche informazioni sul cantautore e compositore nato a Schaerbeek l’8 aprile 1929 e scomparso a Bobigny il 9 ottobre 1978.

Nella sua carriera è stato anche attore partecipando al film “Le Far-West”, candidato nel 1973 alla Palma d’oro del Festival di Cannes. E’ morto a 49 anni.

Jacques Brel e la carriera nella musica

Dopo il suo trasferimento a Parigi negli anni Cinquanta, iniziò a scrivere musica e fare cabaret. Il primo disco venne pubblicato nel 1954, Le Diable, e conteneva la canzone Ça va, con il quale vinse il Disco d’oro.  Due anni dopo ebbe un altro grande successo grazie al brano “Quand on n’a que l’amour”.

Sono molti e vari i temi trattati nella sua discografia: l’amore (Je t’aime, Litanies pour un retour, Dulcinéa), il lato spirituale (Le bon Dieu, Dites, si c’ètait vrai, Fernand) e la società (Les Singes, Les Bourgeois, Jaurès).

Fu apprezzato soprattutto come autore di testi e per la sua abilità nell’utilizzo delle metafore nelle sue canzoni.

Tutti i suoi pezzi furono incisi soprattutto in francese, ed è tuttora considerato nei paesi francofoni uno dei migliori compositori di tutti i tempi.

Nonostante amasse la Francia, Paese nel quale si era trasferito e in cui viveva, scrisse anche brani di omaggio e dedicati al Belgio: Le Plat Pays e Il neige sur Liège.

Nel 1973, decise di andare a vivere nella Polinesia francese, rimanendovi fino al 1977 quando tornò a Parigi e registrò il suo ultimo disco.

La sua morte avvenne nel 1978, all’età di 49 anni a causa di un cancro ai polmoni.

Qui sotto vi lasciamo una playlist che rappresentano, al meglio, l’eredità artistica del cantautore.

I Video di Soundsblog