Io non ho paura, Ernia: il nuovo album esce il 18 novembre 2022 (cover)

Ernia, Io non ho paura: il nuovo disco esce il 18 novembre 2022. Ecco il significato del titolo dell’album e la cover

Ernia ha annunciato il suo nuovo disco, ‘Non ho paura‘, in uscita il 18 novembre 2022. Nei giorni scorsi erano comparsi dei billboard in punti di diverse città italiane che ne anticipavano l’annuncio, con l’interrogativo – Hai paura del nuovo? Dovresti- ed ora, a distanza di pochi giorni, arrivano il titolo e la conferma ufficiale. Il nome dell’album e l’immagine di copertina sono liberamente ispirati al celebre romanzo di Niccolò Ammaniti e al film di Gabriele Salvatores, un omaggio artistico a due personalità di grandissimo rilievo del nostro tempo.

Il nuovo album ‘Io non ho paura’, con ogni probabilità il suo lavoro più importante sino ad ora, uscirà a due anni di distanza da uno dei più grandi successi discografici del 2020: Gemelli (di cui la versione arricchita e ampliata Gemelli Ascendente Milano datata 2021) che in termini di apprezzamento di pubblico, riscontri di critica e posizionamento in classifica ha ottenuto solo per l’album 4 dischi di platino. Da citare anche i singoli inclusi, che si sono rivelati degli straordinari successi, sia in radio che su ogni piattaforma, tanto da arrivare a guadagnarsi 6 certificazioni platino e la top 10 in classifica radio per il solo singolo Superclassico; 3 x platino per Ferma a guardare (con il featuring dei Pinguini Tattici Nucleari), 1 x platino per Puro Sinaloa, 1 x oro per Non me ne frega un cazz0, 1 x oro per Vivo, 1 x oro per Fuoriluogo, 1 x oro per U2 e 1 x oro per Morto Dentro.

Il disco d’esordio di Ernia, Come uccidere un usignolo, è stato pubblicato nel 2017. E proprio a Soundsblog raccontò la scelta di questo titolo per il suo debutto discografico:

“’To kill a mockingbird’ è un titolo piú concentrato sul tema della malvagitá umana gratuita: in un passo del libro l’uccisione di un bracciante viene paragonata a come quando si spara agli uccellini per divertirsi, per un gesto di pure malvagitá.”