Enrico Ruggeri : “Domani al mio concerto si potrà accedere anche senza Green Pass” (ma con tamponi gratuiti)

Enrico Ruggeri entusiasta, il cantante assicura: chi non ha il green pass potrà partecipare al concetto di domani… con tampone gratuito

Enrico Ruggeri, via social, ha condiviso un messaggio parlando della possibilità di assistere al suo concerto di domani anche senza green pass. Chi, infatti, non si è ancora vaccinato, potrà comunque presenziare e ottenere un tampone gratuito effettuato in loco. Lo spiega e lo racconta lui, via Facebook, parlando di una piccola ma grande vittoria:

Una piccola grande vittoria.
Domani al Porto Antico di Genova sarà possibile accedere al mio concerto anche SENZA GREEN PASS.
All’ingresso ci saranno degli amici della Croce Bianca Genovese che effettueranno TAMPONI GRATUITI ai possessori del biglietto.
Ringrazio anche il team di Porto Antico e la Joe&Joe.
(Avevo lanciato questa proposta più di un anno fa)
Spero di creare un precedente.
A domani!

Una piccola grande vittoria.Domani al Porto Antico di Genova sarà possibile accedere al mio concerto anche SENZA GREEN…

Posted by Enrico Ruggeri on Friday, August 13, 2021

Molti i commenti in merito alle sue dichiarazioni. C’è chi trova sbagliato non far valere il concetto di Green Pass, ormai già utilizzato da quasi una settimana (“Mi dispiace, ma è una proposta alternativa, il Green pass andrebbe comunque utilizzato“). E molti altri si chiedono quale sia quel lato rivoluzionario, quella vittoria di cui parla a inizio post (“Non è vero che non si potrà accedere senza green pass…ma semplicemente chi non ce l’ha dovrà fare il tampone e se negativo avrà il green pass e potrà accedere!!! Come si fa ovunque…dove è la notizia? In cosa consiste l’azione rivoluzionaria? Pensa a cantare…buon concerto!“).

A una prima lettura, in effetto, tutto sembra regolare, come previsto dallo scorso 6 agosto 2021. Vi riportiamo, a seguire, le regole basi per assistere a un concerto:

Dal giorno 06 agosto 2021,  come previsto dalla legge, sarà possibile accedere e partecipare ad eventi e spettacoli aperti al pubblico solo se in possesso della Certificazione Verde (Green Pass) di cui all’Art. 9 Decreto Legge 22.04.2021 n. 52, convertito in Legge 17.06.2021, n. 87, come modificato dal Decreto Legge 23.07.2021, n. 105, comprovante:
a) la somministrazione almeno della prima dose vaccinale SARS-COV-2 (validità fino al momento della seconda dose programmata e successivamente alla stessa per 9 mesi);
b) la guarigione dall’infezione da SARS-COV-2 ed il conseguente termine dell’isolamento (validità 6 mesi);
c) effettuazione di un test molecolare o antigenico rapido con risultato negativo al virus SARS-COV-2 (valido per 48 ore dall’effettuazione).

Il green pass è obbligatorio per i maggiori di 12 anni.
Dal 6 agosto il green pass non sarà obbligatorio per la fascia dai 6 ai 12 anni per la partecipazione agli eventi (mentre oggi lo è) perché si applica il principio di unità famigliare.
Dai 2 ai 6 anni non è obbligatorio per gli eventi, mentre dai 0 ai 2 anni non è proprio previsto

Come si può leggere, chi non è in possesso del Green Pass, dovrà essere guarito dal Covid-19 oppure presentare un tampone entro le 48 ore dal concerto.

Citando, quindi, uno dei commenti che si possono leggere: Dov’è l’idea rivoluzionaria? Presto detto.

La vittoria di cui parla Enrico Ruggeri è legata al tampone gratuito, effettuato proprio sul posto, senza alcun costo in più oltre a quello dei biglietto già acquistato e con un risultato immediato. Nessun obbligo di presentare un referto per assistere al live.

Ma chi ha il Green Pass, potrà tranquillamente utilizzarlo come giusto che sia…