Canzoni di Natale, da Silent Night a White Christmas: curiosità, origini e storie che forse non conoscevi

Silent Night, White Christmas, Jingles Bells: curiosità, storie e origini di alcune delle canzoni di Natale più famose e amate di sempre

Mentre il Natale si avvicina sempre più e l’uragano “All i want for Christmas is you” firmato Mariah Carey riprende la sua corsa verso i primi posti delle classifiche, ecco il ritorno nelle charts e nelle radio di altri classici natalizi che accompagnano l’ormai tradizionale periodo delle feste. Oggi vogliamo riportarvi alcune curiosità su questi evergreen che forse non sapevate ancora.

  • La prima canzone di Natale a menzionare Babbo Natale è stata “Up On The Housetop” di Benjamin Hanby, scritta nel 1864. La maggior parte delle prime canzoni natalizie erano religiose. Tuttavia, “Up On The Housetop” è stata la prima canzone di Natale a raccontare la storia di San Nicola, altrimenti noto come Babbo Natale. La canzone di Hanby è stata ampiamente ispirata dalla famosa poesia del 1823 di Clement Moore “Una visita da San Nicola”.
  • Si potrebbe presumere che una canzone che descrive una slitta trainata da un cavallo sia sul Natale, ma “Jingle Bells” è stato originariamente scritto per celebrare il Ringraziamento, secondo il Washington Post. Inoltre, scritta da James Lord Pierpont nel 1857, era anche originariamente intitolata “One Horse Open Sleigh” e non “Jingle Bells”.
  •  La prima canzone mai suonata nello spazio è stata “Jingle Bells” il 16 dicembre 1965. Gli astronauti Walter Schirra e Tom Stafford hanno usato un’armonica e una campana – anche essi i primi strumenti nello spazio – per eseguire la canzone a bordo del volo spaziale Gemini 6A della NASA, come riferito dalla BBC. Faceva parte di uno scherzo: sostenevano che la musica provenisse da uno strano oggetto volante che somigliava molto a Babbo Natale.
  • Molte delle canzoni natalizie più celebri sono state scritte da cantautori ebrei. “Rudolph The Red-Nosed Reindeer”, “Rockin ‘Around The Christmas Tree” e “Holly Jolly Christmas” sono stati scritti dal cantautore ebreo Johnny Marks, mentre “White Christmas” è stato scritto dal cantautore ebreo Irving Berlin.
  • Silent Night” ha ispirato una tregua temporanea durante la prima guerra mondiale tra le truppe britanniche e tedesche. La tregua di Natale del 1914 avvenne quando le truppe sulle linee nemiche accantonarono temporaneamente le loro differenze durante la prima guerra mondiale alla vigilia di Natale. Secondo l’Imperial War Museum, dopo che i soldati britannici udirono le truppe tedesche cantare “Stille Nacht”, la versione tedesca di “Silent Night“, e altri canti natalizi, le truppe di entrambe le parti iniziarono a cantare insieme. Il giorno successivo, i soldati hanno giocato a calcio insieme, si sono scambiati regali e hanno scattato fotografie nella terra di nessuno. Tuttavia, la tregua non è stata ampiamente riconosciuta e gli incontri tra le truppe si sono presto interrotti dopo le vacanze.
  • La versione di Bing Crosby di “White Christmas” è il singolo più venduto di tutti i tempi: ha venduto più di 50 milioni di copie in tutto il mondo dalla sua uscita nel 1942. La versione di Bing Crosby di “Silent Night” è anche il terzo singolo più venduto di tutti i tempi.
  • The Christmas songè stata scritta da Mel Tormé e Bob Wells nell’estate del 1944 durante un’ondata di caldo torrido. Secondo Time, i cantautori hanno scritto “The Christmas Song”, più popolarmente noto come “Chestnuts Roasting on an Open Fire”, in soli 45 minuti. Nat King Cole è stato il primo a registrare la canzone e la sua versione è ancora oggi la più popolare.
  • La canzone “Let It Snow” non menziona mai il Natale o le vacanze nelle parole del testo. Fateci caso. Nonostante sia comunemente associato alle vacanze di Natale, “Let It Snow” non menziona mai nulla di religioso nel testo. Invece, la canzone parla semplicemente di una grande tempesta di neve e del non voler uscire.