E’ cominciato il SXSW. E c’è molta Italia

Il South By Southwest, più comunemente noto come SXSW, è uno dei festival più completi e interessanti del pianeta. Si tiene ad Austin, in Texas, e per una settimana trasforma una città di poco più di 700 mila abitanti nella capitale della musica ma non solo, visto che il festival ha una grande sezione dedicata

Il South By Southwest, più comunemente noto come SXSW, è uno dei festival più completi e interessanti del pianeta. Si tiene ad Austin, in Texas, e per una settimana trasforma una città di poco più di 700 mila abitanti nella capitale della musica ma non solo, visto che il festival ha una grande sezione dedicata ai film e ai media interattivi.

Ma visto che qui ci occupiamo di musica è di questo che vi racconterò: la parte dedicata ai live è cominicata ieri e fra i tantissimi gruppi che si esibiranno nei diversi locali della città c’è pure una folta schiera di gruppi italiani. I nomi: i veterani Afterhours e gli acclamati (più all’estero che qui a dire la verità) A Classic Education.

Ma non solo: fanno parte della legione anche Belladonna, The Electric Diorama, Les Fauves, Sylvie Lewis, Paolo “Apollo” Negri e i sorry-ok-yes. Ammetto che non conosco tutti questi gruppi ma senza fare troppi conti c’è da essere orgogliosi per loro. E per la nostra scena musicale.