Mastodon: con "Crack The Skye" si rinnovano e ancora una volta colpiscono nel segno. Grande album

mastodon

Presentazione: Ecco il quarto album in studio dei Mastodon nonché uno degli album più attesi di tutto il 2009. Le attese sono state ripagate??

Giudizio complessivo: E' quasi superfluo sprecare parole sui lati positivi di una band come i Mastodon che da anni detta legge in ambito metal, soffermiamoci quindi sulle novità e sugli aspetti "negativi" (se vogliamo etichettarli in questo modo). "Crack The Skye" è un' opera strana, partendo dal concept (una storia assurda) finendo con la struttura dell'album: solo 7 brani (di cui uno, "The Czar", suddiviso in quattro parti) in cui il tipico sludge metal della band si ampia in lunghe, lisergiche ma non per questo meno viscerali, sezioni tipicamente progressive. Altra novità è la voce, molto più pulita che in passato. Sia chiaro, non stiamo parlando di una band che si è venduta ma semplicemente di una band che ha cercato nuove vie, allontanandosi un po' da un genere che li ha visti dominare sotto tutti gli aspetti. E' difficile fare confronti con gli album precedenti perchè probabilmente "Crack The Skye" ne uscirebbe sconfitto sotto alcuni punti di vista, ma è impossibile non rimanere ancora una volta affascinati e travolti dal suono potente e selvaggio dei Mastodon.
Ascoltabile in streaming sulla pagina MySpace della band.

Lista tracce - Voto:

Oblivion - 9 (Miglior Traccia)
Divinations - 7 (Peggior Traccia)
Quintessence - 7

The Czar - 8
Ghost of Karelia - 8
Crack the Skye - 8
The Last Baron - 9

Voto complessivo: 8,00

  • shares
  • Mail