Diodato, Eurovision diventa Europe Shine A Light: "Bisogna rimanere uniti intorno alla musica"

Il concorso si spoglia dalla gara: sarà un grande evento musicale con i partecipanti previsti prima dell'emergenza. L'artista: "Ancora nessuna certezza, ma ci sarò"

"Non so bene cosa accadrà, neanche da dove verranno trasmesse le esibizioni, perché ancora non sono state prese decisioni definitive, vedremo nei prossimi giorni". Diodato parla così di Europe Shine A Light, l'evento-tv organizzato dalla squadra produttiva di Eurovision Song Contest, che salta un'edizione a causa dell'emergenza Coronavirus. Il vincitore di Sanremo 2020 avrebbe dovuto rappresentare l'Italia col brano Fai rumore nel concorso in scena a maggio nei Paesi Bassi.

Intervistato da Gino Castaldo sul quotidiano la Repubblica, il cantautore tarantino ha rivelato di trovare appropriata l'idea di non realizzare una gara sostitutiva, ma un'occasione per "mostrare l'Europa riunita, almeno intorno alla musica". Se la polemica politica e lo scontro economico sono sempre in agguato, l'arte ha invece il compito di abbattere le distanze e costruire ponti tra le genti. E Fai rumore incarna inconsciamente il messaggio di speranza in chiave musicale, più attuale che mai:

Mai avrei pensato al significato che poteva prendere, insomma quel che pensavo fosse l'apice, in realtà era solo l'inizio. Il senso cambia per me, a causa di quello che mi ritorna dalla gente. Scrivere è un atto misterioso, magico, intimo, ma quando gli altri mettono la loro emotività sulla canzone, cambia tutto.

Diodato, terminato il tour negli store per i firmacopie pochi giorni prima della reclusione forzata, è ora nella sua casa di Milano. La condizione di quarantena sta spingendo il cantautore a pensare e scrivere molto in vista di nuovi - e quanto mai prima, lontani e sperati - progetti:

In teoria per me questo sarebbe stato il momento di raccogliere, ma inevitabilmente mi succede di pensare molto e idee nuove stanno arrivando. Ragiono soprattutto sull'occasione che ci è stata offerta per capire gli errori che ci hanno portato alla situazione odierna...
  • shares
  • Mail