50 anni dallo sbarco sulla luna, anniversario Allunaggio con 10 canzoni a tema #Apollo50th #MoonDay

La luna protagonista di 10 canzoni in occasione dei 50 anni dallo sbarco sulla luna

Oggi, 20 luglio 2019, è l'anniversario dell'Allunaggio, i 50 anni esatti dallo sbarco dell'uomo sulla luna. Una data importante, celebrata in diversi modi. La figura di Neil Armstrong, comandante della missione Apollo 11, e di Buzz Aldrin, mentre il loro compagno Michael Collins controllava il modulo di comando Columbia, è entrata di diritto nella storia.

Per festeggiare e celebrare i 50 anni dello sbarco sulla luna, ecco, a seguire, alcune canzoni che l'hanno citata, omaggiata e poetizzata. La luna, per 24 ore, al centro dei nostri pensieri.

Frank Sinatra, Fly Me To the Moon

Il brano, scritto da Bart Howard nel 1954, ha una genesi curiosa. E' nata inizialmente con il titolo "In Other Words" ma divenne popolarmente indicata e chiamata come "Fly Me to the Moon", prendendo spunto dalla sua prima riga. Dopo alcuni anni, gli autori hanno modificato il titolo ufficialmente. Fu registrato per la prima volta nel 1954 da Kaye Ballard e pubblicato dalla Decca Records. Frank Sinatra ha inciso la canzone qualche anno dopo, nel 1964, nell'album It Might as Well Be Swing con la collaborazione di Count Basie. La sua versione è quella più nota ancora oggi.

Audrey Hepburn, Moon River

Se avete visto (e amato) "Colazione da Tiffany", non potete non ricordare questa versione, interpretata dalla protagonista, Audrey Hepburn. Fu composto da Johnny Mercer e Henry Mancini nel 1961 ed è incluso nella colonna sonora del film Colazione da Tiffany con Audrey Hepburn. Ha vinto l'Oscar come migliore canzone nel 1962.

Savage Garden, To the Moon and Back

To the Moon and Back è un singolo dei Savage Garden, pubblicato nel 1996. Il brano ottenne un grande successo di vendite e radiofonico. Fu seguito dall'altra grande hit, "Truly Madly Deeply".

R.E.M., Man on the Moon

La canzone dei R.E.M. è il secondo singolo estratto dall'ottavo disco "Automatic for the People" (1992). La canzone ha dato il proprio nome al film del 1999 Man on the Moon, incentrato sulla vita di Kaufman (interpretato da Jim Carrey), ed è stata utilizzata nella sua colonna sonora. Il video della canzone è stato diretto da Peter Care e girato nel deserto della California.

Billie Holiday, Blue Moon

Blue Moon è una celebre canzone scritta nel 1934 da Richard Rodgers e Lorenz Hart. E' diventato in breve tempo un classico del jazz e fu incisa e interpretata da numerosi artisti. Tra questi ricordiamo Benny Goodman, Ella Fitzgerald, Frank Sinatra, Billie Holiday, Julie London, Elvis Presley, Rod Stewart.

Shivaree, Goodnight Moon

Goodnight Moon è il singolo d'esordio del gruppo Shivaree dall'album del 1999 "I Oughtta Give You a Shot in the Head for Making Me Live in this Dump". Il pezzo è stato scritto da Ambrosia Parsley e Duke McVinnie ed è presente nella colonna sonora del film Kill Bill: Volume 2 e nella serie tv Dawson's Creek.

LeAnn Rimes, Can't Fight The moonlight

Can't Fight the Moonlight è un singolo di LeAnn Rimes rilasciato nel 2000 come primo estratto della colonna sonora del film Le ragazze del Coyote Ugly. Fu un successo internazionale per mesi e conquistò i primi posti delle classifiche. In Italia, come vetta massima, ha toccato la seconda posizione.

Police, Walking on the moon

Walking on the Moon è il secondo singolo tratto da Reggatta de Blanc, il secondo album dei The Police. Il video della canzone fu girato al Kennedy Space Center con la band in mezzo a esposizioni di astronavi e filmati della NASA.

Toploader, Dancing in the moonlight

La canzone fu scritta da Sherman Kelly e incisa dai King Harvest. Fu poi re-interpretata da altri artisti e a portarla al successo internazionale furono i Toploader nell'album Onka's Big Moka utilizzata anche come colonna sonora dei film I passi dell'amore e Four Lions.

Michael Bublé, Moondance

Moondance è un brano scritto da Van Morrison, title track del suo album omonimo Moondance. Non uscì come singolo fino al 1977. Il brano è stato il singolo che ha lanciato Michael Bublé. Il singolo è stato estratto nel 2003 dall'album che porta, appunto, il suo nome, Michael Bublé.

  • shares
  • Mail