Aram Quartet “chiARAMente”, la recensione

Venerdì scorso è uscito l’atteso disco di esordio degli Aram Quartet. Il gioco di parole del titolo “chiARAMente” mette insieme al loro nome il brano con cui hanno vinto X-Factor, la “Chi (Who)” che Morgan e Gaudì hanno scritto per loro. Canzone che rappresenta l’unico inedito di un album di cover molto varie, che vanno

di dodo

Venerdì scorso è uscito l’atteso disco di esordio degli Aram Quartet. Il gioco di parole del titolo “chiARAMente” mette insieme al loro nome il brano con cui hanno vinto X-Factor, la “Chi (Who)” che Morgan e Gaudì hanno scritto per loro.

Canzone che rappresenta l’unico inedito di un album di cover molto varie, che vanno dai Queen a David Bowie, passando per Anna Oxa e Massimo Ranieri. Tutti pezzi eseguiti nel programma tv, qui in versioni complete e ottimamente arrangiate, grazie anche all’intervento del maestro Lucio Fabbri.

Il disco si apre con una piccola introduzione presa da “Chi (Who)” (brano che chiuderà poi l’album) e subito esplode l’energia di “Pinball Wizard”. A cui segue “Se bruciasse la città”, pezzo di Massimo Ranieri di 38 anni fa(!) che trova in questa nuova versione una carica sorprendente.

E via così, alternando l’inglese all’italiano, in una bella armonia di giochi vocali e aperture orchestrali, momenti più intimi (il classico di Lou Reed “Walk On The Wild Side”) ed evoluzioni più ardite (la breve ma impegnativa versione di “Bohemian Rhapsody” che i Queen non osavano mai dal vivo).

Pur nelle differenze di genere e nel rispetto degli arrangiamenti originali, le canzoni (10 in totale) si amalgamano bene tra di loro e scivolano via piacevolmente. I ragazzi se la cavano alla grande e sfruttano al meglio le loro voci, su cui spicca per tonalità e talento quella del “ricciolone” Michele Cortese.

Non ci sono tutti i pezzi visti a X-Factor, c’è stata una selezione di quelli maggiormente entrati nelle corde della band. Un gruppo vocale (ma non a-cappella), una realtà nuova nel nostro panorama musicale e, forse, anche questa è una delle loro forze.

La vera prova del fuoco sarà il loro prossimo album (tutto di inediti?) a cui stanno già pensando e che potrebbe uscire entro la fine dell’anno. Intanto questo esordio conquisterà definitivamente i loro tanti fan, che lo stanno già facendo svettare nelle classifiche di vendita.

Questa la tracklist con gli interpreti originali e/o autori, e i nostri voti.

01 Pinball Wizard (The Who) [9]
02 Se bruciasse la città (Massimo Ranieri) [9]
03 Walk On The Wild Side (Lou Reed) [8]
04 Bohemian Rhapsody (Queen) [10]
05 Un’emozione da poco (Anna Oxa/Ivano Fossati) [8]
06 The Logical Song (Supertramp) [9]
07 Per Elisa (Alice/Franco Battiato) [10]
08 Under Pressure (David Bowie & Freddie Mercury/Queen) [8]
09 Is There Something I Should Know (Duran Duran) [8]
10 Chi (Who) (Morgan) [9]

Ultime notizie su Novità discografiche

Tutto su Novità discografiche →