Pooh, Chi fermerà la musica: testo e video del ‘concerto’ in Piazza duomo a Milano

Chi fermerà la musica è il ‘nuovo’ singolo dei Pooh: testo e video girato in piazza Duomo a Milano.


Dopo il successo di Pensiero e Noi due nel mondo e nell’anima, anche lo storico Chi fermerà la musica è stato riarrangiato a cinque voci dai Pooh con Riccardo Fogli. La band italiana si è riunita per festeggiare i cinquant’anni di musica e venerdì 22 aprile torna in radio con il brano datato 1981 (distribuito da Sony Music).

Il videoclip ufficiale del brano, diretto da Gaetano Morbioli, è stato girato a sorpresa in Piazza Duomo a Milano. “E’ stato un grande onore poter suonare e poter registrare il videoclip di Chi fermerà la musica insieme a voi in Piazza Duomo a Milano – hanno scritto sui social – Nessuno ha mai potuto farlo in questa meravigliosa cornice! Grazie di cuore a tutti voi che siete passati a trovarci e grazie al Comune di Milano! Purtroppo non siamo riusciti ad avvisarvi con largo anticipo per disposizioni da parte del Comune e per evitare problemi di ordine pubblico. Ovviamente siamo dispiaciuti per questo, perché vi avremmo voluti tutti quanti insieme a noi…”. Il ‘concerto’ improvvisato, comunque, ha destato curiosità e spettatori.

A settembre, poi, uscirà il disco dei Pooh con le immagini ed i brani di Reunion – L’ultima notte insieme.

Pooh, Chi fermerà la musica, Lyrics

[lyrics content=”

Ora si respira
hai travolto la mia barriera
una polveriera.
Quante donne che sei stasera
tastiera che suoni per le mie mani
luna a cui mando i miei aeroplani
stai cambiando i suoni alla mia musica.
Buona primavera
per chi vola non c’è frontiera
bevo per chi è bravo
a mangiarsi la vita vivo
per quelli che vanno in amore spesso
per te che mi cambi colore addosso
per me stesso
cambio pelle e stelle io.
Chi fermerà la musica
l’aria diventa elettrica
e un uomo non si addomestica
le corde mi suonano forte
la molla è carica.
Chi fermerà la musica
quelli che non si sbagliano
quelli che non si svegliano
stanno nei porti a tagliarsi le vele
tu parti nel sole con me.
Ero barricato
nel mio spazio come un bandito
brava mi hai colpito
ti ringrazio non hai sbagliato.
Mi hai dato contatto alla mia maniera
sospetto che stai per costarmi cara
l’aria è troppo chiara per nascondersi.
Chi fermerà la musica
l’aria diventa elettrica
e un uomo non si addomestica
le corde mi suonano forte
la molla è carica.
Chi fermerà la musica
quelli che non si sbagliano
quelli che non si svegliano
stanno nei porti a tagliarsi le vele
tu parti nel sole con me.
Buona primavera,
per chi vola non c’è frontiera
ora si respira
quante donne che sei stasera.

//
” id=”235734″]