Umberto Tozzi, Ma che spettacolo: conferenza stampa in diretta

Ma che spettacolo, il nuovo album di Umberto Tozzi esce il 30 ottobre 2015: segui la conferenza stampa di presentazione del disco su Blogo.it

  • 12.00

    Pochi minuti ancora e inizierà la conferenza stampa di presentazione del nuovo album di Umberto Tozzi. Noi di Soundsblog siamo qui per aggiornarvi in tempo reale sulla dichiarazioni dell’artista. A fra poco!

  • 12.04

    Ascolto dell’album in anteprima. “Esce dopo tre anni di silenzio da parte di Umberto, con tredici inediti. E nella versione deluxe anche un dvd live del concerto”.

  • 12.05

    “Buongiorno a tutti, grazie di essere venuti”. E’ tornato ieri da un concerto in Australia. “Però stanotte ho dormito qualche ora!” rassicura.

  • 12.06

    Come nasce il disco? “Nasce, a livello di scrittura, tra febbraio e marzo. Ho avuto finalmente questo bel momento di ispirazione che aspettavo da tempo. Mi sono chiuso nel mio studiolo -che ho fatto anche vedere sui social- e da lì sono nate queste canzoni, in maniera naturale anche come tempistica”

  • 12.09

    Primo singolo, Sei tu l’immenso amore mio, rilasciato da qualche giorno. Iniziano le domande della stampa.

  • 12.10

    Che effetto ti ha fatto far parte della colonna sonora di The Wolf of Wall Street con Gloria? Ha avuto effetto, anche, per la carica del film? “Sono rimasto molto sorpreso quando ho saputo di questa richiesta da parte della produzione di Scorsese. E’ un qualcosa in più che si aggiunge alla mia fortunata carriera”.

  • 12.13

    Sanremo, la scelta di non andare più al Festival dopo la partecipazione con “Le parole”: “Ai tempi decisi di andare perché fui convinto da Mazzi.”

  • 12.15

    “Scrissi una canzone che mi piaceva abbastanza. Ero molto indeciso, Gianmarco mi disse che era il caso che andassi, che piaceva alla redazione. Mi convinse ad andare. Io abito a Montecarlo, molto vicino… uscii per primo e andai a casa per primo. Venti minuti. Lo shock non è stato così grande, ovviamente non ti nascondo che ci rimasi non bene. Dalle parole di Gianmarco e da quello che era arrivata come notizia sulla canzone, evidentemente mi aspettato un altro risultato”.

  • 12.16

    “Hammamet è nato da una frequentazione che ho da diversi anni -sono amico di Bobo Craxi, oltre ad essere il figlio del grande statista Bettino- ho avuto modo di passare con lui delle serate bellissime. Lui è un grande chitarrista. non abbiamo mai parlato di politica. Ho visto diversi luoghi di Hammamet, conosco e conoscevo altri posti. Sono andato anche nel sud della Tunisia e ho visto luoghi bellissimi. Mi è venuto questo testo dedicato un po’ globalmente a quelle tante persone che vorrebbero -e dovrebbero- avere una piccola casa, un piccolo rifugio. Lì ci sarebbe un grande spazio che non si utilizza, si pensa a fare solo grandi alberghi. Per quando concerne la donna, per quello che conosco io e ho incamerato, non hanno questa grande considerazione. Sopportano questo grande sacrificio”.

  • 12.21

    Ma che spettacolo: il titolo è molto esplicito, ovviamente al negativo. E’ quello che purtroppo vediamo alla televisione e vediamo sui giornali. Sono abbastanza scosso da tutto quello che avviene per il mondo, soprattutto quando leggo di bambini…

  • 12.23

    Ho sempre avuto grande considerazione delle donne, questo è proprio anche uno dei motivi per i quali ho scritto diverse canzoni d’amore. E’ un essere più forte, ragionevole, obiettivo. Poi fa qualcosa che noi uomini non potremmo mai fare: figli.

  • 12.24

    Il mio patrimonio storico lo conosciamo tutti. Ho avuto la fortuna di lavorare con Bigazzi e abbiamo avuto la fortuna di scrivere pagine della musica. Il mio repertorio è -senza presunzione- diventato leggendario. Pagine di musica bellissime ne ho sentite tante, in Italia (a partire di Lucio Battisti). Io continuo a girare il mondo, la musica italiana si sente nel mondo ma un certo tipo di repertorio che riesce a raccogliere tre generazioni, è abbastanza anomalo e difficile da realizzare.

  • 12.31

    “Ho accusato il peso d fare l’artista e non ci certe canzoni “storiche”. Io nella mia vita avrei voluto fare il calciatore. La mia carriera, nella mia testa, era quella. E per ribellione, feci il contrario di quello che volevano loro”

  • 12.38

    Quando portai i provini a Cerruti, nella mia testa stavo scrivendo canzoni per altri. Poi insistettero tanto per farmele cantare. L’anno dopo nacque poi Ti amo e da lì ho incominciato a subire la situazione che, spesso, altri miei colleghi hanno subito.

  • 12.40

    Ricorda le prime opinioni di Mario Luzzatto Fegiz. Disse che le sue erano solo canzonette.

  • 12.42

    Oggi, un ragazzo se sbaglia il primo disco è in mezzo alla strada. I vari X Factor, The Voice, non aiutano tanto questi ragazzi. “Mal che vada ne arriva uno ed è un grande successo così”.

  • 12.44

    Di questo album quali brani meglio lo rappresentano? Il posto in cui trova meglio, all’Estero, è sicuramente l Francia. Fu il primo Paese, dopo l’Italia, a dargli il successo sperato con “Ti amo”. E ha un grande rispetto per gli artisti.

  • 12.48

    Umberto ammette di amare particolarmente il packaing di questo album. E’ un’idea e progetto del figlio.

  • 12.51

    Ma che spettacolo, Quell’inutile addio, Donne al Potere e Sei tu l’immenso amore mio sono quelle che ho scelto nella mia hit parade.

  • 12.58

    Perché Elisabetta Gregoraci nel video? E’ amica della figlia e vive anche lei a Montecarlo. “Io ero in procinto di fare il video, la ringrazio. E’ molto fotogenica, ha tutte le doti e le qualità. Ritengo sia stata una scelta giusta”.

  • 13.00

    Se io fossi nato a Liverpool e avessi incontrato i Beatles, sarei stato il quinto Beatles probabilmente. Ma senza presunzione, per le canzoni che ho scritto. Sono felice di aver ottenuto la considerazione che non ho avuto in Italia, invece, in tutto il mondo.

  • 13.04

    Ammette di fumare (“stupidamente”), di dormire e riposare, deve mangiare circa 1h e mezza prima del concerto (soprattutto salato). Per la voce, è merito di Dio. Ho sempre fatto di tutto per rovinarla e, invece, stranamente nel tempo penso che sia migliorata.

  • 13.08

    Io non so leggere la musica. ma se riuscissi, potrei comporla anche facendo un viaggio in treno perché ho tutto qui (e indica la testa, ndr). Ecco, questo mi manca.

  • 13.17

    Giudice in un talent show? Sì lo farebbe, perché no? Secondo lui, un dj non è un musicista “però capisco che i giovani impazziscano per loro”.

  • 13.18

    Vediamo due clip del dvd live con Gente di Mare e Gloria.

  • 13.31

    Termina la conferenza stampa di Umberto Tozzi.

“Ma che spettacolo” il nuovo album di Umberto Tozzi esce il 30 ottobre 2015 ed è disponibile nella versione standard con 13 inediti e nella versione Deluxe con i 13 inediti, 1 bonus track e il primo Dvd Live.

Questa la tracklist del disco:

01. Ma che spettacolo
02. Sei tu l’immenso amore mio
03. Nel dire sì nel dire no
04. Eternel
05. Quell’inutile addio
06. Intorno a me
07. Che amore sia
08. Hammamet
09. Meravigliosa
10. Sarà per sempre
11. Donne al potere
12. L’ultimo viaggio
13. Andrea song

Oggi, 28 ottobre 2015, il cantante incontra la stampa per presentare il suo ritorno e noi di Blogo non potevamo mancare. A fra poco con la diretta.

Ultime notizie su Novità discografiche

Tutto su Novità discografiche →