Interpol bloccati nella neve per 50 ore: cancellato il concerto di Toronto

La band di Paul Banks è rimasta vittima di una piccola disavventura da maltempo durante il tour canadese: il loro tour bus è rimasto bloccato nella neve per oltre 50 ore.

Gli Interpol sono recentemente tornati con il nuovo album El Pintor a Settembre, anticipato dal singolo All The Rage Back Home e sono in promozione in giro per il mondo: ma la disavventura occorsa in Canada durante il tour non la dimenticheranno tanto facilmente.

La band di Paul Banks è rimasta infatti vittima di una tempesta di neve che li ha bloccati sul tour bus per oltre 50 ore, costringendoli a cancellare il concerto del 18 Novembre previsto a Toronto dove si stavano recando da Buffalo (New York). L’annuncio dello spiacevole cambio di programma, per quanto affrontato in modo divertito e ironico dagli Interpol, è stato fatto tramite comunicato sul sito ufficiale e con successivi aggiornamenti di foto via Twitter caricati sul profilo del gruppo.

Il nostro bus è intrappolato in una tempesta di neve fuori Buffalo. Non ci siamo mossi per nove ore. Purtroppo dobbiamo cancellare il nostro concerto di stasera (18 Novembre, ndr) alla Kool House. NOn vedevamo l’ora di suonare in questo show ma l’inverno è arrivato troppo presto quest’anno. Vi informeremo sulle nuove date appena sarà possibile.

Nel corso dei vari aggiornamenti Twitter è emerso sempre di più il lato gioviale e leggero della disavventura nella neve: tra musicisti impegnati a suonare, comporre e studiare, roadies che consumavano vodka e fotografie alla neve fuori dal tour bus bloccato per le strade di Buffalo, la lunghissima attesa degli Interpol è stata trasformata in un momento di involontario spasso e massima condivisione con i fan.

Anche gli spiriti fiaccati dalla lunghissima attesa e da due notti sul bus hanno comunuqe portato i risultati: il conforto dei fan è stato decisivo, per quanto virtuale.

Dopo 50 ore di tregenda il tour bus degli Interpol è riuscito a liberarsi dal blocco di neve e i musicisti, tramite Twitter, hanno fatto sapere di essere riusciti almeno a muoversi un minimo (fino a nuovo stop per strada bloccata).

Non si sa ancora se arriveranno in tempo alla data di Montréal prevista per stasera o dovranno riprogrammare il concerto: salvate gli Interpol dalla neve!