Mike Joyce degli Smiths: "Farei una reunion, ma non leggerò il libro di Morrissey"

Una reunion degli Smiths? Magari, ma tanto non avverrà. Parola di Mike Joyce.

In questi primi giorni del 2014 si fa un gran parlare diretto e indiretto degli Smiths, il leggendario gruppo inglese degli anni Ottanta che tanto ha donato alla musica e soprattutto alla cultura con album e canzoni epocali; e se ne parla grazie (o a causa, dipende dai punti di vista) del cantante Morrissey, notoriamente poco incline alla diplomazia e sempre molto battagliero quando si tratta dei suoi ideali.

Giusto un paio di giorni fa Morrissey ha nuovamente sconvolto la stampa mondiale paragonando i carnivori ai pedofili (il cantante è vegano integralista), e anche nella sua autobiografia, recentemente pubblicata, non ha tenuto nascosti dettagli personali della vita, la carriera e soprattutto del gruppo che gli ha dato la fama, gli Smiths.

Proprio nell'autobiografia di Morrissey sono state ampiamente discusse le cause che portarono Mike Joyce, il batterista della band, a fare causa al cantante e agli Smiths per una questione di royalties non pagate; il batterista vinse, ma Morrissey si è poi vendicato con quaranta pagine al vetriolo nelle quali ha rimesso in discussione persino il verdetto del giudice.

Mike Joyce, da par suo, non ha fatto una piega e, intervistato da Q Magazine, ha ammesso candidamente di non aver la benché minima intenzione di dedicare un pensiero all'autobiografia di Morrissey:

Non ho letto il libro e mai lo farò. Ho un'idea ben chiara su cosa ci sia scritto lì dentro e non voglio assolutamente prendere la strada del rilasciare dichiarazioni su cosa sia sbagliato e cosa no.

Diplomatico, a differenza del cantante, Mike Joyce ammette però che vorrebbe tantissimo partecipare ad una reunion degli Smiths, per quanto improbabile; anche se sarebbe benvoluta dai fans, la reunion degli Smiths salta sempre fuori a intervalli regolari e viene puntualmente smentita dagli ex componenti.

Certo, lo faremmo tutti se ce lo chiedessero. Eravamo una delle migliori band di sempre e come performer non c'era nessuno meglio di Morrissey. Ma una reunion non avverrà mai.

Ennesima pietra tombale sopra gli Smiths. Non resta che spolverare i vinili e seguire le evoluzioni rivendicatrici di Morrissey per consolarsi un po'.

Via | Q Magazine

  • shares
  • Mail