Jake La Furia – Inno Nazionale: Testo e Audio

Il testo e l’audio del primo singolo ufficiale del rapper milanese.

Dopo l’anteprima di Musica Commerciale, il brano-intro che darà il nome al suo intero lavoro discografico, Jake La Furia, rapper componente dei Club Dogo, ha pubblicato il suo primo singolo ufficiale da solista, dal titolo Inno Nazionale.

Il singolo è disponibile su iTunes dallo scorso 20 settembre ed è volato immediatamente in vetta alla classifica dei singoli più venduti. L’album Musica Commerciale, invece, sarà disponibile a partire dal prossimo 29 ottobre.

Come potrete notare, il testo di Inno Nazionale è incentrato sull’attuale scenario politico-sociale del nostro paese, visto dal rapper 34enne: nel testo, si fa riferimento ai processi di Silvio Berlusconi e anche alla relazione tra Guè Pequeno, suo collega nei Club Dogo, e l’ex consigliere regionale Nicole Minetti.

Questo è il testo di Inno Nazionale, il primo singolo ufficiale da solista di Jake La Furia. Successivamente, potrete anche ascoltare la canzone:

Voto di scambio ma non sul cambio
la macchina è una fogna, zio, sogna una Lambo
Grande Fratello, troia o travello
bassa statura, basso livello
lo è sempre stato, lo stato contro la legge
protetti dagli sbirri e da loro chi ci protegge
fogli viola cuciono le bocche, sangue sulle nocche
prove che spariscono come i turisti di Los Roques
mare di pescecani, terra di dongiovanni
il re dei sette nani, si prende sette anni
stringono patti, trippa per gatti
frate, tutti fatti, tutti rifatti
dentro pieni di merda e fuori puliti fra
sellano ‘ste cavalle, sembra lo stadio dell’ippica
zio fanno schifo, non metto il naso nella politica
è meglio il mio socio che ha messo il cazzo nella politica.

Fratelli d’Italia
l’Italia protesta
e l’elmo di Scipio
abbassa la testa
truffare, spacciare e trafficare
è l’inno nazionale, è l’inno nazionale
uccidere, rubare, pagare per scopare
è l’inno nazionale, è l’inno nazionale.

Guardano il pallone e vanno nel pallone
dei criminali travestiti da brave persone
qua non c’è Big Meech, qua non c’è Larry Hoover
solo gangster del calcio tipo Moggi alla Juve
fra qui nessuno lavora, fra qui nessuno sa niente
sanno a memoria solo Vasco e Mery per sempre
frate la mafia è bella, frate la mafia è giusta
tra un colpo di barella e un finto colpo di frusta
Robin Hood ha il passamontagna con il kalashnikov
vuota i portavalori zio manda banche sul lastrico
il crimine organizzato è organizzato da Dio
il braccio del potere armato è timorato di Dio
zio falsi di marca, farsi il mutuo per le vacanze in barca
tappati il naso se passi perché l’Italia è marcia
siamo campioni a scopa, la fogna dell’Europa
noi siamo la bandiera nera con il teschio sopra.

Fratelli d’Italia
l’Italia protesta
e l’elmo di Scipio
abbassa la testa
truffare, spacciare e trafficare
è l’inno nazionale, è l’inno nazionale
uccidere, rubare, pagare per scopare
è l’inno nazionale, è l’inno nazionale.

Fratelli d’Italia
l’Italia protesta
e l’elmo di Scipio
abbassa la testa
truffare, spacciare e trafficare
è l’inno nazionale, è l’inno nazionale
uccidere, rubare, pagare per scopare
è l’inno nazionale, è l’inno nazionale.

I Video di Soundsblog