Le cento migliori canzoni degli anni novanta secondo NME

Le cento migliori canzoni degli anni novanta secondo NME


Il New Musical Express continua con le celebrazioni in direzione dell’anno corrente: quello in cui celebra le sessanta candeline dalla prima uscita. ‘Stavolta tocca agli anni ’90 e alle cento migliori canzoni votate da lettori e giuria. Un decennio durante il quale si è avvicendato tutto e il suo contrario: l’inizio del collasso del revival, il brit-pop, il grunge, le boy band, il big-beat e l’esplosione della figura del Dj come autore e star.

Al solito: classifica molto ‘made in UK’, quindi aspettatevi una top-ten disseminata di produzioni britanniche (anche se trovano – e ci mancherebbe – spazio nomi come i Daft Punk o i Beastie Boys). Presente anche Madonna al dodicesimo – con “Vogue” – e un podio che farà discutere. Non per i brani presenti (tutti assolutamente fondamentali) ma probabilmente, per l’ordine tra primo, secondo e terzo posto. A un passo dal trittico poi, c’è una canzone che… Non anticipiamo oltre. Trovate i primi dieci dopo il salto e il resto della classifica a questo indirizzo. Diteci la vostra.

NME: 100 best tracks of the nineties (top ten)

1 Pulp – “Common people” 1995
2 Nirvana – “Smells like teen spirit” 1991
3 Suede – “Stay together” 1994
4 Radiohead – “Paranoid android” 1997
5 Manic Street Preachers – “Motorcycle emptiness” 1992
6 Oasis – “Supersonic” 1994
7 Beastie Boys – “Sabotage” 1994
8 Daft Punk – “Da funk” 1995
9 McAlmont & Butler – “Yes” 1995
10 Rage Against The Machine – “Killing in the name” 1992

I Video di Soundsblog