Justin Timberlake, The 20/20 Experience: recensione del web e dei lettori

Scopriamo insieme le recensioni del web e le vostre opinioni sul nuovo album di Justin Timberlake

E’ uscito il terzo disco di Justin Timberlake ed è già ufficialmente un vero successo. Ben 968.000 copie vendute in una sola settimana negli Usa, primo posto della classifica Billboard e oltre 1.200.000 copie in tutto il mondo

Scopriamo insieme qualche curiosità sull’album e le recensioni ottenute. E’ stato pubblicato dalla RCA Records dopo una lunga pausa del cantante risalente al 2006. E’ il terzo numero uno di Justin in Inghilterra e Mirrors ha toccato la vetta nella classifica dei singoli.

Dopo un tour nel 2007 annuncia una pausa per concentrarsi nella carriera di attore, collaborando però con alcuni artisti come featuring: “4 Minutes” di Madonna e “Carry Out” di Timbaland. Solo nel giugno 2012, parlando con il suo manager Johnny Wright, ammette di aver lavorato ad alcuni pezzi inediti e, insieme, decidono il modo migliore per ritornare: faranno uscire un singolo e poi, dopo circa sette o otto settimane, pubblicheranno l’album. Una finestra temporale breve per un impatto mediatico maggiore

The 20/20 Experience è stato prodotto in venti giorni circa ed è stato generalmente ben accolto dalla critica internazionale. Vediamo insieme alcune opinioni (qui la recensione di Soundsblog)

Recensioni

Pop Matters: Anche il più incallito dei cinici deve ammirare l’audacia musicale di The 20/20 Experience, ma alla fine della giornata, le singole canzoni non riescono a sostenere un esame minuzioso

NOW Magazine: Sembra FutureSex, quindi dovrete disperatamente ascoltare più e più volte nella speranza di replicare come questo album vi ha fatto sentire e consegnarvi al suo piacevole sonoro sterilizzato. Ma non sentirai nulla

BBC Music: Purtroppo la maggior parte di 20/20 fallisce: imposta l’animo, ma poi non riesce a creare tensione

Tiny Mix Tapes: Il 20/20, della squadra Timberlake/Timbaland sembra contenuto nell’istituire un ritornello di base (e il più delle volte, insipido), ripeterlo all’infinito, virare su alcuni pezzi superflui fino al desiderato, prodotto finale gonfio nel divenire

The Quietus: Purtroppo, con un’adeguata filmica, sembra che Timberlake ha dato via troppo nel fare ‘Suit & Tie’ il primo assaggio del disco. Da quel momento in poi, è una faccenda abbastanza noiosa

The Guardian: Il sound di The 20/20 Experience è complesso, ricco e gratificante …. Poi ci sono alcuni testi dell’album, che sono terribili

The Line of Best Fit: L’album non raggiunge la forte e perfetta coerenza a cui Timberlake chiaramente puntava

No Ripcord: The 20/20 Experience è un piacere colpevole assolutamente delizioso

Entertainment Weekly: Il suono alla base aderisce alla formula JT: falsetto, scalanature electro-R & B e altri sfarzo retrò che seducono tua madre

Los Angeles Times: Timberlake ci ricorda che si muove più rapidamente nella musica di oggi, persiste un grande stile

Rolling Stone: 20/20 Esperienza è sia un ritorno alla forma sia una partenza, combina abilmente il suo marchio di fabbrica nel mutare una forma funk digitale con un suono più organico e caldo

MusicOMH.com: JT ha di nuovo fatto un buon lavoro qui. The 20/20 Ezperience dimostra che l’album pop non è morto

The Independent on Sunday (UK): Esso non riporta alla mente FutureSex. Ma, francamente, che cosa è?

HipHopDx: Il più grande successo di The 20/20Experience si trova all’interno di Justin Timberlake, in grado di planare con grazia nella musica Contemporanea per adulti senza scivolare in banalità

Prefix Magazine: C’è una cornucopia di suoni che sicuramente bisogno di tempo per essere digerita, ma quando finalmente si riesce- è un’esperienza assolutamente soddisfacente

DJ Booth: Timberlake e Timbaland (Timbalake?) Sono al loro meglio quando si basano di più sull’anima organica rispetto ai campioni

Pitchfork: 20/20 è simile a un altro album recente che provoca soddisfazione, 4 di Beyoncé.

Billboard:Una delle uscite pop più attesi dell’anno è anche una delle più bizzarre del genere – gli sforzi di età – e la maggior parte sono pienamente realizzate

SputnikMusic: Come un pacchetto completo, The 20/20 Experience sarà sicuramente ricordato come uno dei primi di quello che si spera diventi una tendenza nella musica popolare: rilasciare impegnativo materiale sperimentale, descritto con competenza