Christina Aguilera: "Ero ferita quando mi paragonavano a Britney Spears, io ero la cattiva ragazza, lei quella buona"

In un'intervista per Cosmopolitan, Christina Aguilera parla del periodo di "Stripped" e dei continui paragoni fatti dalla stampa tra lei e Britney Spears.

16 anni fa, Christina Aguilera pubblicava il suo album gioiello, Stripped, dal quale sono state estratte hit di grande successo come "Fighter", "Beautiful" e "The Voice Within". Ad anticipare il disco era stato il chiacchierato singolo "Dirrty", accompagnato da un video nel quale la cantate era in abiti succinti, in un ring, e impegnata in diverse dance routine ammiccanti. In una nuova intervista su Cosmopolitan per il numero di ottobre, Xtina ha ricordato quel periodo:

"Ricordo di essere stato ferito da questi spot pubblicitari su MTV, nei quali mettevano Britney come la brava ragazza e io come la cattiva ragazza. Era come se essere pudica e innocente fosse giusto, andasse bene ma se, invece avevo intenzione di essere me stessa, allora c'era un problema."

Proprio "Dirrty" fu al centro di numerose controversie e polemiche proprio a causa del video musicale che mostrava la popstar in abiti audaci.

"Amo il corpo femminile e penso che sia qualcosa del quale essere orgogliosi, non qualcosa che gli uomini dovrebbero averne la proprietà. 'Dirrty' era estremamente controverso all'epoca, ma ora non sarebbe nulla di tutto quello. Spero di aver aperto la strada e di aver contribuito a stabilire le regole fondamentali secondo le quali le donne possono essere qualsiasi versione di se stesse che vogliono ... e orgogliose di esserlo".

Liberation è l'ultimo disco di Christina Aguilera, rilasciato il 15 giugno 2018.

  • shares
  • Mail