Carmen Consoli, Uomini topo: testo e video ufficiale

Uomini topo di Carmen Consoli: video, testo e audio del nuovo singolo su Blogo.it

Update: Ecco il video ufficiale di Uomini Topo, il nuovo singolo di Carmen Consoli inserito nel live di "Eco di Sirene".

carmen_consoli_uomini_topo_cover-jpg___th_320_0.jpg

Carmen Consoli torna con “Uomini topo”, l’inedito in radio dal 6 aprile che anticipa la pubblicazione di “Eco di sirene”, il live in studio in uscita il 13 aprile per Narciso Records/Universal Music.

“Signora, il suo pregiato cocker sta pisciando sui sacchi della spesa / i miei / per precisione / e mi scuso se in qualche modo ho intralciato l’operazione”.

La copertina del singolo raffigurante dei dollari incastrati in una trappola per topi allude al senso più profondo ed irriverente del brano: Carmen ironizza su ciò che affatica l’odierna società di prestazione caratterizzata dal credo dell’immagine e dal giudizio veloce; veloce quanto la lunghezza di un tweet, veloce e breve quanto i versi di Uomini topo. Una società in perenne, affannosa ricerca di slogan.

Uomini topo racconta la mancanza di empatia tra le persone e di come sia diventata difficile la convivenza e la tolleranza tra gli esseri viventi.

Il brano è il primo dei due inediti (l’altro è “Tano”) presenti in “Eco di Sirene”, il concerto acustico che Carmen Consoli ha portato nei teatri d'Italia e d'Europa in trio femminile, che uscirà il prossimo 13 aprile in versione doppio CD, doppio LP e digitale.

Qui sotto audio e testo della canzone:

Carmen Consoli, Uomini topo, Testo

L'idea che gli altri hanno di noi
Non è un dettaglio trascurabile
L'assenza d'opinione
Signora il suo pregiato cocker sta pisciando sui sacchi della spesa
i miei per precisione e mi scuso se in qualche modo ho intralciato l’operazione

Quelli che sorpassano a destra hanno sguardi spietati e lanciati con soddisfazione
In fondo chi non ha piccato, si sposti dal branco per favore

Questione d'educazione
Torna a casa scimmione, proprio in questa città ci volevi portare il terrore
Abbia fede sono un dottore
Si faccia curare
Preso in tempo il razzismo non è mortale

L'idea che gli altri hanno di noi
Decade più a meno al quadrato della distanza uomini topo
Una nuova frontiera genetica
Quelli che sul treno discutono al cellulare costringono ad ascoltare
Mamma fattene una ragione, non mangio la carne

Per favore
E' questione di educazione
Apertura mentale
Legga i suoi pregiudizi da un'altra parte
E' immorale
Questa non è
Un vaccino speciale toglierà ai nostri figli
il peccato originale

srapi.setPkey('252b199f1f3067f890b493eb52294b48'); srapi.setSongId(751869); srapi.run();

(testo in aggiornamento)

  • shares
  • +1
  • Mail