Stella di mare, Cesare Cremonini e Lucio Dalla: ascolta la nuova versione della canzone

Cesare Cremonini duetta virtualmente con Lucio Dalla in una nuova versione di “Stella di mare”: ascolta il brano e leggi il testo

Cesare Cremonini ha inciso un duetto virtuale con Lucio Dalla sulle note del brano “Stella di Mare”, in un’inedita versione, anticipata e interpretata anche durante il suo tour negli Stadi, avvenuto quest’estate. Grazie a Sony Music, Pressingline e alla Fondazione Lucio Dalla, è stato concesso l’utilizzo della voce di Lucio dal master originale del brano del 1979. Ecco le parole di Cesare Cremonini nel parlare del duetto e della nuova versione del pezzo:

“Io e Lucio ci eravamo a lungo promessi di unire le nostre voci in una canzone e oggi, a quasi ottant’anni dalla sua nascita, il mio sogno si avvera. Per me “Stella di mare” non è soltanto una delle più belle canzoni d’amore di Dalla, ma un brano contenuto in un album, Lucio Dalla del 1979, che è una tra le opere artistiche più affascinanti della storia della musica italiana. Un regalo per tutto il pubblico e anche per chi come me crede che la grande eredità lasciata dai maestri della canzone sia indispensabile per chi ne inventa di nuove in questo tempo. Per avvicinarmi alla vocalità di Lucio mi sono dapprima misurato con la sua voce in un duetto virtuale nato durante il tour negli stadi di quest’estate. Quella esperienza è stata così coinvolgente da farmi pensare immediatamente a un vero e proprio progetto artistico. Nella cover l’artista e illustratore Gianluigi Toccafondo ha disegnato una donna, forse una sirena, immersa in un mare blu senza confini, mentre si lascia trasportare dalla corrente. “Stella di mare” è come quella donna, un brano che incanta i viaggiatori, supera le barriere del tempo per arrivare fino a noi, continuando a ispirare le nuove generazioni e commuovere”

Daniele Caracchi, cugino di Lucio Dalla e Presidente di Pressing Line, ha aggiunto in merito al brano “Stella di mare”:

“Quando Cesare mi ha raccontato che avrebbe desiderato cantare ‘Stella di mare’ nel suo tour negli stadi italiani e che avrebbe voluto farlo con Lucio è stata una sorpresa e un’emozione indescrivibile: avere la possibilità di rivedere e riascoltare la voce di Lucio davanti a migliaia di persone è stato come restituirci l’illusione che Lucio potesse ancora cantare sul palco. Cesare sta tramandando con il suo percorso artistico la grande eredità musicale che Lucio ci ha lasciato”

Cesare Cremonini e Lucio Dalla, Stella di mare, ascolta la canzone e leggi il testo

Qui sotto potete ascoltare Stella di mare in streaming, a seguire il testo della canzone.

Così stanco da non dormire
Le due di notte non c’è niente da fare
Mi piace tanto poterti toccare
O stare fermo e sentirti respirare
Dormi già, pelle bianca
Come sarà la mia faccia stanca?
Provo a girare il mio cuscino
È una scusa per venirti più vicino
Provo a svegliarti con un po’ di tosse
Ma tu ti giri come se niente fosse
Spengo la luce, provo a dormire
Ma tu con la mano mi vieni a cercare

Tu come me
Tu come me

Che le stellе della notte fossero ai tuoi piеdi
Che potessi essere meglio di quello che vedi
Avessi qualcosa da regalarti
E se non ti avessi, uscirei fuori a comprarti
Stella di mare tra le lenzuola
La nostra barca non naviga, vola, vola, vola!

Tu voli con me
Tu voli con me

Tu vola che si è alzato il vento
Vento di notte, vento che stanca
Stella di mare, come sei bella
Come sei bella e come è bella la tua pelle bianca, bianca, bianca

Tu come me
Tu come me
Tu come me
Tu come me

Chiudi gli occhi e non guardarti intorno
Sta già entrando la luce del giorno
Chiudi gli occhi e non farti trovare
Pelle bianca di luna, devi scappare
Dormi ora, stella mia
Prima che il giorno ti porti via, via, via

Tu come me
Tu come me

Ora non voli, si è fermato il vento
Posso guardare la tua faccia stanca
E quando dormi come sei bella
Come sei bella e come è bella la tua pelle bianca, bianca, bianca

Tu come me
Tu come me
Oh, du-du, sì, tu
Tu come me (Tu, tu-tu-tu-tu-tu, mdi-da)
Tu (Oh!), uh-oh, uh, bah, du-du, di-na-da
(Na-na, na-na, na-na, na-na-na-na-na-na)
Tu come me (Tu, tu come me)
Eh!