Sensibile all’estate, Jovanotti: testo, video, significato della canzone

Sensibile all’estate: testo, video ufficiale, audio, significato della nuova canzone di Jovanotti in uscita oggi martedì 21 giugno 2022

Per il solstizio del 21 giugno Lorenzo Jovanotti è ‘Sensibile all’estate’.

Arriva proprio oggi, nel primo giorno d’estate, in radio e su tutte le piattaforme digitali per Capitol Records Italy un nuovo singolo, nuova puntata del Disco del Sole che si arricchisce così di un’altra stagione musicale, continuando a scorrere in un flusso di brani costante che vanno pian piano a comporre il disco fisico e completo di prossima pubblicazione.

Sensibile all’estate, Jovanotti, significato

Una canzone “alla Jovanotti” ma senza nessun cliché. Riconoscibile e fresca, la sua scrittura migliore al servizio di un sound immediato e accurato, per lasciarsi andare, fortunati e innamorati con la luce negli occhi tra le onde e la sabbia. Una colonna sonora che tocca il cuore e fa ballare.

Sensibile all’estate è pop come piace a me. È nata, come succede spesso alle mie canzoni, da un testo che ha preso forma direi addirittura nel corso degli anni. Prima di trovare la sua musica e il mood giusto ha passato una trentina di arrangiamenti e di idee di produzione. Ormai è una specie di tradizione, capita spesso che certe canzoni cerchino sé stesse per una vita, e quando poi raggiungono la meta ecco che arrivano anche ai cuori. Speriamo sia cosi anche stavolta, perché amo avere una mia canzone che gira d’estate e soprattutto perché amo questo pezzo.

Avevo appuntato il titolo, Sensibile all’estate, pensando che un giorno ci sarebbe nata intorno una canzone da jukebox. E, sebbene i jukebox non ci siano più da un bel pezzo, le canzoni ispirate trovano sempre un modo per spandersi nell’aria estiva.

Poi è stata la vita a darmi il resto delle parole, la vita che mi ha messo addosso questo desiderio di veder rifiorire il mondo intorno a me. Se ci fate caso la “prima persona” che canta i versi di sensibile all’estate lo fa come se avesse il potere di far accadere le cose, e questa sensazione ce l’hai solo quando è l’amore a suscitarla. L’amore è la potenza creativa e magica più forte che c’è e riesce davvero a far sorgere il sole, a guidare gli oroscopi e.… a ipnotizzare i programmatori delle radio (cosa che spero di fare con questa canzone :-)).

Ne avevo completata una versione che mi soddisfaceva ma aveva un arrangiamento molto minimale e ricercato e ogni volta che la ascoltavo sentivo che sebbene mi piacesse non era ancora accogliente come meritava di essere, così passando da New York qualche settimana fa ho cercato Sixpm che era in città. Gli ho chiesto di lavorarci insieme per dare al pezzo un trattamento che lo rendesse più diretto e pop (misteriosa parola di cui nessuno sa dare una definizione ma che tutti riconoscono quando è il momento) evidenziando groove, testo e linea melodica. Lui è molto bravo, ha un approccio produttivo che mi piace molto.

Buona estate a tutti i sensibili!

Sensibile all’estate, Jovanotti, video

Cliccate sulla foto, in basso, per vedere il video ufficiale della canzone.

Jovanotti

Sensibile all’estate, Jovanotti, testo

Ecco il testo di ‘Sensibile all’estate’:

Sei contenta?
Anche oggi ho fatto sorgere il sole
Ci è voluto un po’ a convincerlo, vedi
Ho dovuto raccontargli di te, ci credi?
Sei contenta?
Ho ordinato ai pesci di salutarti
Quando ti saresti immersa nel mare
E nell’aria un profumo orientale
E alle api miele pappa reale
E alle radio suonan quelle canzoni
Che ti fanno stare di buonumore
E agli oroscopi di tutto il pianeta
Ho ordinato il tuo segno fortunato in amore

Cosa non farei per te
Che sei sensibile all’estatе
D’inverno ti nascondi, ma poi
Riprendi i tuoi colori e mi fai:
‘Guarda, guarda, guarda, guarda
Guarda chе sole che c’è là fuori’

Guarda che sole che c’è là fuori
Guarda che sole che c’è là fuori
Sale, sale, sale la temperatura
Sale, sale, sale la temperatura
Sale, sale, sale la temperatura
Sale, sale, sale

Sei contenta?
Ho deviato via i pensieri più neri
Spalancato le finestre dei cieli
Perché tu vedessi come ti vedo io da qui
Margherita
Che non ha bisogno di giardiniere
Solo terra, pioggia e un raggio di sole
E amore

E cosa non farei per te
Che sei sensibile all’estate
D’inverno ti nascondi, ma poi
Riprendi i tuoi colori e mi fai:
‘Guarda, guarda, guarda, guarda
Guarda che sole che c’è là fuori’

Guarda che sole che c’è là fuori
Guarda che sole che c’è là fuori
Sale, sale, sale la temperatura
Sale, sale, sale la temperatura
Sale, sale, sale la temperatura
Sale, sale

Mando la luna argentata sulle onde del mare
Metto i sorrisi alle bocche per salutare
E sale sulla pelle,
zucchero dentro la frutta
Vita che ritorni a risplendere, vai a tutta
Mille pericoli ovunque stanno in agguato
E la tua faccia nascosta dietro a un gelato
Ci sei riuscita a stupirmi con il coraggio
Di nuovo estate, di nuovo in viaggio

Cosa non farei per te che sei
Sensibile all’estate.

Guarda che sole che c’è là fuori
Guarda che sole che c’è là fuori
Guarda che sole che c’è là fuori
Sale, sale, sale la temperatura
Sale, sale, sale la temperatura
Sale, sale, sale la temperatura
Sale, sale, sale la temperatura