Rob Zombie parla del nuovo album “The Lunar Injection Kool Aid Eclipse Conspiracy”

The Lunar Injection Kool Aid Eclipse Conspiracy è il titolo del nuovo album di Rob Zombie: anticipazioni e curiosità

The Lunar Injection Kool Aid Eclipse Conspiracy” è il titolo del nuovo album di Rob Zombie.

In una recente intervista, ha raccontato che il disco era già stato completato un paio d’anni fa e ha raccontato il motivo per il quale ha aspettato così tanto prima di decidere di annunciarlo ufficialmente e pubblicarlo:

“Mi piace fare dischi per un lungo periodo di tempo. Lavoravamo per un po’, poi andavamo in tour. Tornavamo, poi andavamo in tour, live con le canzoni. E poi proprio mentre pensavo,” Oh, lo metterò fuori” è stato quando è iniziato il mio ultimo film da regista, “3 From Hell”.  Quindi mi son detto, “Beh, non pubblicherò un disco mentre sto girando un film perché non posso fare nulla per promuoverlo””

I programmi, poi, hanno avuto ulteriori ritardi e rinvii.

“Quindi ho aspettato che il film fosse finito, e proprio mentre ci stavamo preparando, è allora che è arrivato il COVID, e io, okay, ce la faremo. Abbiamo guardato e mi sono sentito come se, non so se ce la facessimo, potrebbe andare avanti per sempre. Ero tipo, mettiamo semplicemente fuori il disco

“The Lunar Injection Kool Aid Eclipse Conspiracy”, in uscita il 12 marzo tramite Nuclear Blast, segna il primo nuovo album di Rob in quasi cinque anni. Il seguito di “The Electric Warlock Acid Witch Satanic Orgy Celebration Dispenser” del 2016 è stato prodotto da Chris “Zeuss” Harris.

Rob aveva rivelato l’entusiasmo dietro a questo progetto in un’intervista con Nme:

“”The Lunar Injection Kool Aid Eclipse Conspiracy” è “il miglior disco” che abbia mai realizzato. È un disco molto grande, pazzo e complesso che sono davvero entusiasta di poter finalmente pubblicare”

Il chitarrista John 5 ha paragonato l’album al rivoluzionario Lp dei Beatles”Sgt. Pepper’s Lonely Hearts Club Band”, dicendo che è “di gran lunga il miglior disco di Zombie che abbia mai fatto”

“Un sacco di gente dice, ‘Oh, è solo il nostro miglior disco’, e io non lo dico. Qualunque cosa dica è davvero onesta quando faccio le interviste. Quindi penso che sia il nostro miglior disco”