Nicki Minaj e il vaccino: polverone sul web, interviene la Casa Bianca (e nasce un’altra polemica)

Nicki Minaj via Twitter racconta di essere impegnata nelle ricerche sul vaccino (!) e riporta il caso di una grave reazione (poi smentito)

Nicki Minaj è stata travolta dalle polemiche per alcuni sui Tweet e dichiarazioni in merito ai vaccini e alla pandemia da Covid-19. Il clamore è stato tale da far partire una telefonata dalla Casa Bianca diretta a lei, in modo da toglierle qualsiasi dubbio (visto anche la risonanza delle sue dichiarazioni via social). Ecco cosa è successo.

La cantante ha raccontato via Twitter di non essersi ancora vaccinata perché impegnata a fare ricerche per essere sicura delle conseguenze del vaccino, invitando comunque i fan a indossare una mascherina e stare attenti.

Il motivo della sua titubanza? Secondo quanto raccontato, suo cugino a Trinidad aveva un amico i cui testic0li si sono gonfiati dopo aver ricevuto il vaccino. E addirittura, come in una soap opera, il colpo di scena finale con il matrimonio annullato:

“Mio cugino a Trinidad non farà il vaccino perché il suo amico l’ha preso ed è diventato impotente. I suoi testicoli si sono gonfiati. Il suo amico era a poche settimane dal matrimonio, ora la ragazza ha annullato il matrimonio. Quindi pregate per questo e assicuratevi di essere a vostro agio con la vostra decisione, non vittime di bullismo”

Mentre il clamore aumentava e anche i programmi tv riprendevano quanto dichiarato dalla Minaj, ecco arrivare un invito della Casa Bianca per far parlare la star con medici e toglierle eventuali dubbi, visto le approfondite ricerche nelle quali era impegnata. E lei, ovviamente, ha raccontato tutto quanto sui social, spiegando di essere stata invitata da Biden.

“La Casa Bianca mi ha invitato e penso che sia un passo nella giusta direzione. Sì, vado. Sarò vestita tutto di rosa come Legally Blonde, così sanno che faccio sul serio. Farò domande a nome delle persone che sono state prese in giro per il semplice fatto di essere persone umane”.

Però, proprio lo staff della Casa Bianca ha poi specificato di averle proposto una telefonata per liberarla dall’esitazione, non una visita di persona…

Ma Nicki Minaj non ci sta nemmeno a questo e con un post video di circa 14 minuti su Instagram ribatte:

“Pensate che andrei su Internet e mentirei sull’essere stata invitata alla f0ttuta Casa Bianca? Tipo cosa? Ragazzi, vedete cosa sta succedendo proprio ora?”

Ha affermato che il suo manager e il suo addetto stampa erano al telefono con la Casa Bianca e i funzionari dell’amministrazione avevano detto:

“Vorremmo offrire a Nicki un invito a venire alla Casa Bianca per parlare con” il chirurgo generale Dr. Vivek Murthy e il Dr. Anthony Fauci”

Ma sarebbe stata lei a mettere dei limiti, spiegando che preferirebbe non viaggiare e ha suggerendo una sorta di video “live” pubblico o privato sui social media.

In ogni caso, il funzionario ha ribadito quanto davvero successo, a Fox News, ammettendo di non essere stato troppo felice di questo ulteriore pubblico racconto della rapper:

“Come abbiamo fatto con altri, abbiamo offerto una chiamata a Nicki Minaj e a uno dei nostri medici per rispondere alle domande che ha sulla sicurezza e sull’efficacia del vaccino”

Nulla di più.

E la storia dell’amico del cugino?

In una conferenza stampa di mercoledì, Terrence Deyalsingh, ministro della salute di Trinidad, ha affermato che il suo governo ha “perso così tanto tempo” con l’affermazione di Minaj sull’impotenza.

Non è stato riportato alcun effetto collaterale o evento avverso di gonfiore ai testicoli a Trinidad”