MI AMI Festival 2021 rinviato a settembre (da aprile la rassegna itinerante cittadina MI MANCHI) #Miamifestival

MI AMI 2021, il Festival è stato rinviato a settembre: nell’attesa, parte la rassegna itinerante cittadina MI MANCHI

Per via delle problematiche ancora attuali legate alla pandemia da Covid-19, il MI AMI Festival 2021 è stato rinviato al 17-18-19 settembre. Queste le parole del comunicato rilasciato:

Il persistere delle criticità della situazione epidemiologica, le evidenti difficoltà del piano vaccinale e la mancanza di un disegno istituzionale adeguato alle esigenze del settore culturale e musicale ci impongono questa scelta. Il tentativo – duole ammettere ormai disperato – è quello di provare a fare il festival a settembre: nei modi e nei numeri che ci verrà detto essere adeguati, al fine di tutelare la sicurezza e la salute degli spettatori. Con la speranza che vaccini, bella stagione e una rinnovata apertura alle attività culturali e ricreative ci permetta di operare in maniera sostenibile. L’auspicio rimane lo stesso degli ultimi dodici mesi: torneremo a cantare, torneremo a ballare, torneremo a vivere. Nel frattempo resistiamo e prendiamoci cura gli uni degli altri. Con umanità e amore. E che settembre ci porti una strana felicità.

Gli abbonamenti e i biglietti rimangono validi per le nuove date.

Da aprile a settembre, però, il MI AMI lancia la rassegna itinerante cittadina MI MANCHI, che mette al centro la musica live e ne presuppone una diffusione in forma ibrida fra concerti in presenza (se possibili) e live streaming, da aprile a settembre 2021.

Un sorta di attesa “consolatoria” visto il perdurate di questa situazione e che prevede una serie di esibizioni in streaming.

Sarà annunciato, in tempi brevi, il primo evento previsto per questa nuova rassegna #MiAMiMiManchi

Questo il sito ufficiale del Mi Ami Festival 2021.

Lo scorso anno, il Mi Ami 2020 era stato annullato per via del Covid-19:

La sedicesima edizione del festival non avverrà nelle date previste del 18-19-20 settembre 2020. Il festival, inizialmente previsto nel consueto slot di fine maggio, era stato rinviato a settembre nel tentativo di dare un’ultima e improrogabile chance alla Speranza di farlo. La decisione era stata presa dopo aver dialogato con i nostri partner, le autorità locali e sanitarie. Le attuali norme sugli eventi dal vivo e il permanere dello stato di incertezza sui grossi assembramenti ci impediscono di realizzare un festival come vorremmo e come meritereste, costringendoci a prendere la decisione definitiva di darci l’appuntamento al prossimo anno. Abbiamo aspettato sino ad oggi al fine di provare ogni possibile soluzione per poterlo fare, ma ogni giorno che passa è un giorno in meno per poter accendere una macchina complessa come la nostra.

I Video di Soundsblog