Lizzo in lacrime per le offese ricevute dopo il video di “Rumors”: un’altra occasione per farci riflettere

Lizzo si sfoga, su Instagram. La cantante in lacrime per le offese gratuite ricevute (legate al suo aspetto) dopo il video di “Rumors”

Lizzo è tornata con il nuovo singolo, Rumors, inciso insieme all’amica e collega Cardi B. Il brano è accompagnato da un video ufficiale e proprio la clip avrebbe attirato critiche e offese gratuite nei confronti proprio di Lizzo. La cantante, esasperata, si è sfogata a lungo su Instagram, incredula di dover leggere così tanti attacchi.

“Nei giorni in cui sento che dovrei essere la più felice… mi sento così giù”, ha ammesso Lizzo, seduta nel suo bagno, parlando con i suoi follower, sui social media, mentre si asciugava gli occhi.

Nonostante non abbia specificato quali offese o dichiarazioni l’abbiano ferita così profondamente, ha poi commentato il suo stato d’animo.

“Non li dirò nemmeno, per dare loro potere. La gente dice cazzat* su di me che non ha nemmeno senso. È grasso-fobico, è razzista ed è offensivo. Se non ti piace la mia musica, ok. Se non ti piace ‘Rumors’ la canzone, va bene. Ma a molte persone non piaccio a causa del mio aspetto…

Lizzo e l’ennesimo esempio di chi offende senza capire il male che può fare

La cantante ha sottolineato di sentirsi particolarmente frustrata perché ha lavorato “quattro volte tanto”, ma si sente sempre e comunque non apprezzata.

A volte mi sento come se il mondo non mi amasse. È come se non importasse quanta energia positiva metti nel mondo, avrai comunque persone che hanno… qualcosa di cattivo da dire su di te (…). Penso solo che quando lavoro così duramente, la mia tolleranza si abbassa. La mia pazienza diminuisce. Sono più sensibile e questo mi tocca”

A poche ore dal debutto del suo nuovo singolo, dal suo ritorno alla musica, al suo lavoro, Lizzo si è dovuta confrontare con un fiume di offese e odio difficili da reggere.

Penso di essere solo sopraffatta. Credo di essere rimasta scioccata da quando è uscita la canzone… e non sono stata davvero in grado di sedermi e congratularmi con me stesso. Ad esempio, l’ho fatto. Ho pubblicato una canzone, ho detto tutto quello che volevo diciamo, Faccio musica che mi piace, è importante per me, e faccio musica che spero aiuti le persone. Punto. Non sto facendo musica per i bianchi. Non sto facendo musica per nessuno. Sono una donna nera che fa musica. Faccio musica nera, punto. Tutti sono invitati da ascoltarla…

E ha continuato:

“Per le persone che hanno sempre qualcosa di negativo da dire su di me, che non ha nulla a che fare con la musica, o il contenuto del mio personaggio, o me come artista, e ha solo a che fare con il mio corpo o qualsiasi altra cosa pensi, succhiami la **** da dietro. Perché io mi sforzo a provare gioia ogni singolo giorno… ma sulla strada per la gioia si ottiene tristezza, esaurimento, rabbia, fastidio, stanchezza e insicurezza. Sulla strada della gioia ci sono tutti questi pit-stop, e in questo momento l’ho appena superato”

E ha chiosato con un: “Non mi importa più”.

Uno sfogo che dovrebbe farci riflettere nel quotidiano, quando delle semplici dita che picchiettano sui tasti, possono ferire qualcuno. Che sia Lizzo, che sia chiunque altro. Il trucco sarebbe sempre pensare a come si si sentirebbe, dall’altra parte, a leggere quello che stiamo per pubblicare. Non è difficile…