La casa di carta 5, ecco la canzone colonna sonora del trailer in italiano (video) #LCDP5

La casa di carta 5, è uscito il trailer video della nuova stagione, in onda dal 3 settembre. Ecco qual è la canzone colonna sonora…

E’ uscito da poco il trailer de “La casa di carta 5” con le prime immagini – in italiano- della nuova stagione della serie tv in onda su Netflix. Qual è il titolo del brano che possiamo ascoltare, in versione strumentale? “Mad World“. Se nel lanciare l’avviso di quando sarebbero uscite le due parti hanno scelto di utilizzare “In the end“, questa volta a rendere ancora più efficaci e malinconiche le prime scene inedite ci ha pensato proprio una versione del pezzo di Gary Jules e Michael Andrews. Ma attenzione, perché si tratta di una celebre cover…

Qui per recuperare il trailer video.

Mad World, chi canta la canzone originale, curiosità e storia

La versione originale di Mad World è cantata dai Tears for Fears e viene incisa per la prima volta nel 1982. E’ un singolo estratto dal disco di debutto della band -The Hurting- ed è il brano che ottiene il primo grande successo del gruppo. La canzone schizza al terzo posto nella classifica inglese dei pezzi più venduti e il loro successo supera i confini, acquisendo sempre più popolarità. Ancora oggi è un classico evergreen dei Tears for Fears.

Successivamente, quasi una ventina d’anni dopo, un arrangiamento di Mad World ottiene un ottimo riscontro. E‘ quello firmato da Gary Jules e Michael Andrews, per la colonna sonora del film Donnie Darko. Questo arrangiamento, però, è talmente immediato e amato fin da subito da essere riutilizzato per alcune scene in altre serie tv celebri in tutto il mondo, come Cold Case, ER, Nip/Tuck, The L Word e Smallville. E adesso è incluso anche nel trailer della nuova stagione de La Casa di Carta 5.

Mad World è un brano dal testo molto malinconico, con una palpabile sensazione di incapacità di adattamento al mondo che ci circonda. Ci si sente circondati da volti conosciuti ma la frenesia di quello che è intorno a noi, rende difficile, faticoso e quasi impossibile adattarsi. “I sogni in cui sto morendo sono i migliori che abbia avuto” racchiude proprio la brutalità della malinconia e nostalgia più assoluta. L’arrendersi, la resilienza.

Qui sotto testo e traduzione di Mad World

All around me are familiar faces
Worn out places, worn out faces
Bright and early for the daily races
Going nowhere, going nowhere
Their tears are filling up their glasses
No expression, no expression
Hide my head, I wanna drown my sorrow
No tomorrow, no tomorrow
And I find it kind of funny
I find it kind of sad
The dreams in which I’m dying
Are the best I’ve ever had
I find it hard to tell you
I find it hard to take
When people run in circles it’s a very, very
Mad world, mad world
Children waiting for the day they feel good
Happy birthday, happy birthday
And I feel the way that every child should
Sit and listen, sit and listen
Went to school and I was very nervous
No one knew me, no one knew me
Hello, teacher! Tell me, what’s my lesson?
Look right through me, look right through me
And I find it kind of funny
I find it kind of sad
The dreams in which I’m dying
Are the best I’ve ever had
I find it hard to tell you
I find it hard to take
When people run in circles it’s a very, very
Mad world, mad world
Enlarging your world
Mad world

Tutto intorno a me ci sono volti conosciuti
Posti consumati, volti consumati
Brillante e presto per le corse quotidiane
Non vai da nessuna parte, non vai da nessuna parte
Le loro lacrime stanno riempiendo i loro bicchieri

Nessuna espressione, nessuna espressione
Nascondo la mia testa, voglio annegare il mio dolore
No domani, no domani
E lo trovo un po’ divertente
Lo trovo un po’ triste
I sogni in cui sto morendo
Sono i migliori che abbia mai avuto
faccio fatica a dirtelo

Trovo difficile da sopportare
Quando le persone corrono in tondo è davvero, davvero
Un mondo pazzo, mondo pazzo

I bambini aspettano il giorno in cui si sentono bene
Buon compleanno Buon Compleanno
E mi sento nel modo in cui ogni bambino dovrebbe
Siediti e ascolta, siediti e ascolta
Sono andato a scuola ed ero molto nervoso
Nessuno mi conosceva, nessuno mi conosceva
Ciao Maestro! Dimmi, qual è la mia lezione?
Guarda attraverso di me, guarda attraverso di me

E lo trovo un po’ divertente
Lo trovo un po’ triste
I sogni in cui sto morendo
Sono i migliori che abbia mai avuto
faccio fatica a dirtelo

Trovo difficile da sopportare
Quando le persone corrono in tondo è davvero, davvero
Un mondo pazzo, mondo pazzo