GiuraGiuda, Le Deva: testo, video, significato della canzone

GiuraGiuda: testo, video ufficiale, significato, audio della nuova canzone de Le Deva scritta da Verdiana Zangaro

È disponibile da oggi su tutte le piattaforme digitali ‘GiuraGiuda’ (Dischi dei sognatori – distribuzione ADA Music Italy), il nuovo singolo de Le Deva, l’unico quartetto pop femminile italiano formato da Greta Manuzi, Laura Bono, Roberta Pompa e Verdiana Zangaro.

Il brano preannuncia un nuovo percorso per Le Deva, che in questo brano elettro-pop vestono i panni di moderne supereroine, che rivendicano la forza delle donne che subiscono inganni e tradimenti. Con una nuova immagine coraggiosa e sfrontata, Le Deva propongono al pubblico anche delle sonorità rinnovate, dimostrando la loro capacità di essere versatili e saper spaziare tra i diversi generi musicali.

GiuraGiuda, Le Deva, significato

La canzone è stata scritta da Verdiana Zangaro insieme a Pasquale Chiavaro, Marco Rettani e Valerio Polverino e prodotta da Dangelo:

Quando il sonno si rompe scrivo e attraverso le canzoni l’inquietudine cambia forma. Qualcosa di profondamente tuo diventa suo, loro, nostro e quel flusso sul quale è cucito quel sentire comune inizia a pesare di meno – dichiara Verdiana Zangaro, una delle componenti del gruppo, che ha composto il brano con Luca D’Angelo – “Giura Giuda” è un frammento di quel buio che è diventato il mio inchiostro, per raccontare che il coraggio è vero solo nelle ore più scure della notte, quando le maschere degli uomini si ammassano sul comodino. È la storia dell’ennesima maschera, che ha lo stesso retrogusto amaro di quelle che ti facevano piangere nei bagni delle feste a 20 anni ma con un epilogo diverso, perché ciò che accade non cambia la cassa di risonanza del nostro cuore ma ne modifica le reazioni. Insomma, la canzone di chi nel male, mi ha fatto bene.

GiuraGiuda, Le Deva, video

Cliccate sulla foto, per vedere, il video con l’audio ufficiale della canzone.

Le Deva

GiuraGiuda, Le Deva, testo

Ecco il testo di ‘GiuraGuida’:

Parlami mentre ti guardo
e ti ricordo i nodi che scioglievi
ti devi fare i capelli neri

Non è come dicevo
ci porti davvero
prendi la metro
e spostiamoci verso qualcosa di serio
migliorami il cielo
ciò che si può
lo so che si può
lo so che si può

che me ne faccio di sta luna, luna, luna
tu mi guardavi e non c’era nessuna luna
so che hai consumato puma, puma, giura
tu se mi baciavi, giuragiuda

e adesso che non ci vedo come la fortuna
che mi hai preso pure gli occhi per sta stanza buia
che hai cercato di passarmi anche la tua paura
per essere sper Giuragiuda

tu mi ricordi i miei vent’anni
le mie promesse che portavi avanti
se mi fidavo piangevano i bagni
nelle cose importanti facevamo i grandi
nelle cose importanti facevamo i grandi

e guarda dove hai posato i miei passi
dietro ferite che nemmeno guardi
per colpa nostra
un po’ mi somiglia nei tratti.

che me ne faccio di sta luna, luna, luna
tu mi guardavi e non c’era nessuna luna
so che hai consumato puma, puma, giura
tu se mi baciavi, giuragiuda

e adesso che non ci vedo come la fortuna
che mi hai preso pure gli occhi per sta stanza buia
che hai cercato di passarmi anche la tua paura
per essere sper Giuragiuda

Hey, dimmi se punteresti tutto su di noi
tu ridi ma cambierai i miei giorni con i tuoi
Hey, dimmi se punteresti tutto su di noi
tu ridi ma cambierai i miei giorni con i tuoi.

che me ne faccio di sta luna, luna, luna
tu mi guardavi e non c’era nessuna luna
so che hai consumato puma, puma, giura
tu se mi baciavi, giuragiuda

e adesso che non ci vedo come la fortuna
che mi hai preso pure gli occhi per sta stanza buia
che hai cercato di passarmi anche la tua paura
per essere sper Giuragiuda.