Fils de joie, Stromae: ascolta la canzone e guarda il video (traduzione e testo)

Stromae, Fils de joie: testo e significato della canzone. Ecco di cosa parla il singolo tratto dal disco “Multitude”, traduzione e video

Stromae ha rilasciato un nuovo singolo, Fils de joie, tratto dal suo disco di inediti, Moltitude.

L’album arriva dopo un periodo di estrema difficoltà e sofferenza fisica, che ha costretto il cantante a rallentare drasticamente per riposare mente e corpo.
Lontano da qualsiasi forma di autocommiserazione, Stromae ha approfittato di questo periodo della sua vita per identificarsi più intimamente e per osservare gli altri mettendosi nei panni dei personaggi per i quali prova “compassione” (nel significato etimologico di “patire con”). Gli uomini instabili di La Solassitude e Mon Amour, il figlio della prostituta in Fils de Joie, i protagonisti depressi e suicidi di Mauvaise Journée e L’Enfer, la coppia male assortita di Pas Vraiment, gli invisibili di Santé, le donne sofferenti di Déclaration.

Stromae, Fils de joie, Significato canzone

Il brano racconta la vita delle prostitute dal punto di vista di un figlio di una di loro e da quello di un loro protettore che guadagna economicamente dal loro sfruttamento. Nel primo caso, racconta con fierezza il lavoro della madre, scomparsa e al centro di critiche, piene di ipocrisia. Nell’altra analisi, invece, la riflessione è più amara, più crudele e meno empatica.

Fils de joie, Video ufficiale

Cliccando qui potete vedere il video ufficiale del brano.

Stromae, Fils de joie, Testo canzone

Être seul, c’est difficile et là, ça fait des années
Et de juger, c’est facile, surtout quand on n’y a pas goûté
Le plus dur, bah c’était la première fois
Puis le plus dur, c’est de savoir quand s’ra la dernière fois, hmm
C’est vrai j’suis pas contre un peu d’tendresse de temps en temps
Et puis cette fois-ci, bah, j’pourrais l’faire en l’insultant
Oui, tout est négociable dans la vie, moyennant paiement
En plus, j’suis sûrement son meilleur client
Mais oh, laissez donc ma maman
Oui, je sais
C’est vrai qu’elle n’est pas parfaite
C’est un héros et ce s’ra toujours fièrement
Que j’en parlerai, que j’en parlerai
J’suis un fils de pute comme ils disent
Après tout ce qu’elle a fait pour eux
Pardonne leurs bêtises, ô chère mère
Ils te déshumanisent, c’est plus facile
Les mêmes te courtisent
Et tout l’monde ferme les yeux
Pourquoi tout le monde me déteste
Alors qu’c’est moi qui les nourris?
Leurs vies s’raient bien plus modestes
Sans moi, elles seraient pourries
Le lit et la sécurité ont un prix, madame
Bah oui, dans la vie tout s’paye
On n’te l’avait donc jamais appris? Hmmm?
On m’accuse de faire de la traite d’êtres humains
Mais cinquante, quarante, trente
Ou vingt pour cent, c’est déjà bien
Faudrait pas qu’elles se prennent un peu trop pour des mannequins
Mesdames, ou devrais-je dire “putains”
Mais oh, laissez donc ma maman
Oui, je sais (oui je sais)
C’est vrai qu’elle n’est pas parfaite
C’est un héros et ce s’ra toujours fièrement
Que j’en parlerai, que j’en parlerai
J’suis un fils de pute comme ils disent
Après tout ce qu’elle a fait pour eux
Pardonne leurs bêtises, ô chère mère
Ils te déshumanisent, c’est plus facile
Les mêmes te courtisent
Et tout l’monde ferme les yeux
Je sais qu’c’est ton boulot
Mais faut bien qu’j’fasse le mien non?
Entre le tien et le mien
La différence, c’est que moi je paye des impôts
Allez, circulez madame, reprends tes papiers et c’qu’il t’reste de dignité
Pauvre femme, pff, trouve-toi un vrai métier
Mais oh (mais oh) laissez donc ma maman
Oui je sais (oui je sais)
C’est vrai qu’elle n’est pas parfaite
C’est un héros (c’est un héros)
Et ce s’ra toujours fièrement que j’en parlerai (que j’en parlerai)
Que j’en parlerai (que j’en parlerai)
J’suis un fils de pute comme ils disent
Après tout ce qu’elle a fait pour eux
Pardonne leurs bêtises, ô chère mère
Ils te déshumanisent, c’est plus facile
Les mêmes te courtisent
Et tout l’monde ferme les yeux

Stromae, Fils de joie, Traduzione canzone

Stare da soli è difficile e sono passati anni
E giudicare è facile, soprattutto se non l’hai provato
La parte più difficile è stata la prima volta
E la parte più difficile è sapere quando sarà l’ultima volta, hmm
Non mi dispiace un po’ di tenerezza ogni tanto
E poi questa volta, beh, potrei farlo insultando
Sì, tutto è negoziabile nella vita a pagamento
Inoltre, probabilmente sono il suo miglior cliente

Ma oh, lascia mia madre
Sì, lo so, è vero che non è perfetta
È un eroe e sarà sempre fiero
Che ne parlerò, che ne parlerò
Sono un figlio di putt*na come dicono
Dopo tutto quello che ha fatto per loro
Perdona le loro sciocchezze, o cara madre
Ti disumanizzano, è più semplice
Gli stessi ti corteggiano
E chiudete tutti gli occhi

Perché tutti mi odiano?
Quando sono io che do loro da mangiare
Le loro vite sarebbero molto più modeste
Senza di me sarebbero marcite
Il letto e la sicurezza hanno un prezzo signora
Beh, nella vita si paga
Non te l’hanno mai insegnato? Hmmm
Mi accusano di fare traffico di esseri umani
Ma cinquanta, quaranta, trenta o venti per cento è già buono
Non vorrei che si credessero troppo modelle
Signore, o dovrei dire “putt*ne”

Ma oh, lascia la mia mamma
Sì, lo so, è vero che non è perfetta
È un eroe e sarà sempre fiero
Che ne parlerò, che ne parlerò
Sono un figlio di puttana come dicono
Dopo tutto quello che ha fatto per loro
Perdona le loro sciocchezze, o cara madre
Ti disumanizzano, è più facile
Gli stessi ti corteggiano
E chiudete tutti gli occhi

So che è il tuo lavoro, ma devo fare il mio, giusto?
Tra il tuo e il mio, la differenza è che io pago le tasse
Andate, signora, riprendetevi i vostri documenti e che vi rimanga di dignità
Povera donna, pff, trovati un vero lavoro

Ma oh (ma oh), così lascia la mia mamma
Sì lo so (sì lo so) è allineare che non è perfetta
È un eroe (è un eroe)
E sarà sempre con orgoglio che ne parlerò (che ne parlerò), che ne parlerò (che ne parlerò)

Sono un figlio di putt*na come dicono
Dopo tutto quello che ha fatto per loro
Perdona le loro sciocchezze, o cara madre
Ti disumanizzano, è più facile
Gli stessi ti corteggiano
E chiudete tutti gli occhi