Eurovision Song Contest 2022, Turquoise Carpet: la sfilata di Mahmood, Blanco e Achille Lauro

Oggi, alla Reggia di Venaria, si è tenuto il Turquoise Carpet dell’Eurovision Song Contest 2022, con la sfilata dei 40 paesi in gara.

Nella splendida cornice della Reggia di Venaria, oggi pomeriggio si è svolto il Turquoise Carpet dell’Eurovision Song Contest 2022, con la sfilata degli artisti e delle 40 delegazioni che prenderanno parte alla 66esima edizione della manifestazione musicale, tornata in Italia dopo 31 anni grazie alla vittoria dei Måneskin.

Il Turquoise Carpet, reso in parte un po’ complicato dalla pioggia, è stato condotto da Gabriele Corsi, Mario Acampa e Carolina Di Domenico e trasmesso, dalle ore 16, su RaiPlay.

Gli artisti, sfilando sul tappeto turchese, hanno raggiunto l’interno della Galleria Grande della Reggia, dove sono stati accolti da Alberto Cirio, presidente della Regione Piemonte, Stefano Lorusso, sindaco di Torino, Martin Österdahl, Executive Supervisor dell’ESC 2022, Simona Martorelli e Claudio Fasulo, Executive Producer della manifestazione.

Eurovision Song Contest 2022, Turquoise Carpet: le dichiarazioni di Achille Lauro, Mahmood e Blanco

Achille Lauro, in gara per San Marino con la canzone Stripper, è stato il primo dei tre artisti italiani in gara a sfilare:

Sono pronto. C’è tantissimo lavoro, in ogni performance, servono professionisti e idee. Gli ospiti di quest’edizione? Noi siamo frutto delle influenze che abbiamo avuto. Quello che siamo oggi è frutto del passato.

Gli ultimi a sfilare sono stati Mahmood e Blanco, che rappresenteranno l’Italia con Brividi, canzone vincitrice di Sanremo 2022:

Mahmood: “Cosa non ho mai detto a Blanco? Riccardo, i love you!”.
Blanco: “E’ arrivato Ale, è uscito il sole. L’Eurovision mi spaventa? Cantare live è la cosa che mi piace di più. Siamo super-felici ed è una super-occasione, nonostante i ritmi pazzeschi. Non vediamo l’ora di conoscere gli altri paesi. Speriamo bene”.

Durante l’intervista a Mahmood e Blanco, c’è stato un tentativo di “invasione di campo” da parte di un attivista.

Tante, le canzoni italiane omaggiate dagli artisti in gara durante la sfilata, da Di sole e d’azzurro di Giorgia, cantata da Vladana, rappresentante del Montenegro (che ha citato anche Elisa, vincitrice di quel Festival di Sanremo), a Con te partirò, accennata dal cantante azero Nadir Rüstəmli e dall’artista israeliano Michael Ben David, fino a Santa Lucia, cantata dagli Zdob și Zdub, gruppo rock/folk che rappresenterà la Moldavia.

Lumix, in gara per l’Austria, invece, ha salutato Gabry Ponte con cui ha collaborato per i singoli Monster, The Passenger (LaLaLa), Scare Me e Thunder. Sam Ryder, invece, artista che rappresenterà il Regno Unito, ha dichiarato di aver conosciuto Cristiano Malgioglio, definendolo “the best dressed man in the world”.