Eddie Van Halen è morto: il leggendario chitarrista aveva 65 anni

Eddie Van Halen è morto, aveva 65 anni: è stato indicato come uno dei migliori chitarristi di sempre in base a un sondaggio di Rolling Stone

Eddie Van Halen è morto a 65 anni, dopo una lunga battaglia contro il cancro.

La notizia è stata condivisa dal figlio,  Wolf, che ha annunciato la notizia via Twitter.

“Era il miglior padre che potessi mai chiedere. Ogni momento che ho condiviso con lui dentro e fuori dal palco è stato un regalo. Il mio cuore è spezzato e non credo che mi riprenderò mai completamente da questa perdita”

Nato nei Paesi Bassi ma cresciuto a Pasadena, in California, Eddie ha fondato i Van Halen con suo fratello maggiore, il batterista Alex; i fratelli sono stati raggiunti dal cantante David Lee Roth e dal bassista Michael Anthony nella prima formazione di registrazione del gruppo, che è esplosa dopo alcuni concerti nei club di West Hollywood come il Gazzarri e lo Starwood.

In un sondaggio di Rolling Stone del 2015, Eddie Van Halen è stato eletto come ottavo tra i più grandi chitarristi della storia.

Il primo LP del gruppo “Van Halen”, sebbene non sia andato oltre al numero 19 negli Stati Uniti, alla fine ha venduto circa 10 milioni di copie. I suoi successivi cinque album multiplatino raggiunsero tutti la top 10; “1984”, pubblicato nel suo anno titolare, conteneva il primo e unico singolo n. 1 della band, “Jump”.

Nel 1999, un problema articolare cronico, esacerbato dal suo stile spericolato sul palco, lo ha costretto a sottoporsi a un intervento di sostituzione dell’anca. A causa del cancro ha subìto la rimozione chirurgica di una parte della sua lingua nel 2000.

A causa di un abuso di droghe e alcol, di Eddie Van Halen ha divorziato nel 2007 dall’attrice televisiva Valerie Bertinelli, sua moglie da 16 anni, dopo una lunga separazione. È entrato in riabilitazione nel 2007 e, secondo quanto riferito, era sobrio dal 2008.


“Ero un alcolizzato e avevo bisogno di alcol per funzionare. Non bevevo alle feste. L’alcol e la cocaina erano cose private per me. Li usavo per lavoro. Il colpo ti tiene sveglio e l’alcol abbassa le tue inibizioni. Sono sicuro che c’erano punti musicali che non avrei tentato se non fossi stato in quello stato mentale “.

Ultime notizie su Eddie Van Halen

Tutto su Eddie Van Halen →