Cinema, Samuel e Francesca Michielin: testo e significato (video)

Samuel e Francesca Michielin, Cinema: testo e significato della canzone. Ascolta il singolo su Soundsblog, leggi il testo (video ufficiale)

Sta riscuotendo successo radiofonico e attenzione, Cinema, il nuovo singolo di Samuel e Francesca Michielin, in radio da qualche settimana.

Il brano, scritto e composto da Samuel, Colapesce e Federico Nardelli, arriva dopo “Brigatabianca”, il secondo album solista del cantante torinese, uscito a gennaio 2021. Ecco come è descritto il brano, nei suoi sapori e sfumature:

“Cinema” è un universo costellato di icone pop senza tempo, che conduce l’ascoltatore dentro un immaginario di riferimenti cinematografici attraverso l’erotismo delle opere di Tinto Brass, la nouvelle vague di François Truffaut, con il triangolo più famoso della storia del cinema messo in scena da Jules et Jim e la citazione del Quentin Tarantino di Jackie Brown, il tutto scandito dal sound della produzione di Federico Nardelli, che regala all’ascoltatore un immediato senso di spensieratezza.

Così Samuel racconta come è nata la canzone:

“Questi ultimi mesi sono stati scanditi da grandissimi cineforum, spesso in solitaria. A guardare film d’autore, film d’essai, a perderci in quei luoghi della nostra fantasia che sono stati rappresentati abilmente da registi magici. Ora si sta tornando a un’altra esigenza: quella di uscire, incontrare i propri amici, rivivere la socialità, ricominciare a saltare”

Con “Cinema”, Samuel e Francesca Michielin ci offrono un’anticipazione dell’estate, riportando alla mente lo svago, la leggerezza e il divertimento nella speranza che tornino al più presto i momenti in cui si potrà di nuovo stare insieme.

A seguire il testo del brano, qui potete ascoltare la canzone e vedere il video ufficiale:

[Strofa 1: Samuel]
Cinema sempre là
Locandina Tinto Brass
Cambi cento volte pezzo
Non sopporti il tuo silenzio
Parte musica del cazzo
Che si attacca al mio cervello
Coca-Cola così non mi va
Perché no? Perché no? Vieni qua
Com’è triste la vita in città
L’afrobeat forse ci salverà

[Pre-Ritornello: Samuel]
Sai che non mi importa di stare solo? (Da solo)
Voglio dividere la notte con te
E quando pensi di andare a dormire
Ricominciamo a saltare

[Ritornello: Samuel]
Ricominciamo a saltare

[Strofa 2: Francesca Michielin, Francesca Michielin & Samuel]
Cinema sempre là
Io ti aspetto fronte bar
Scorro centomila foto
Non riesco a stare sola
Vorrei andarmene in balera
E sparirе in questa sera
Vasco no, ora no, non mi va
Perché no? Pеrché no? Vieni qua
E chissà se col caldo il ghiaccio terrà

[Pre-Ritornello: Samuel & Francesca Michielin, Francesca Michielin]
Sai che non mi importa di stare solo? (Da solo)
Voglio dividere la notte con te
E quando pensi di andare a dormire
Ricominciamo a saltare

[Ritornello: Samuel & Francesca Michielin]
Ricominciamo a saltare

[Post-Ritornello: Samuel & Francesca Michielin]
Cinema sempre là
Locandina Tinto Brass
Jules et Jim non mi va
Non è sera da Truffaut
Cinema sempre là
Locandina Tinto Brass
Jackie Brown, Tenenbaum
400 colpi

[Outro: Samuel & Francesca Michielin]
E sai che non mi importa di stare solo?
Voglio dividere la notte con te
E quando pensi di andare a dormire
Ricominciamo a saltare