Che me chiamme a fa’?, Rocco Hunt e Geolier nel nuovo singolo

Che me chiamme a fa’?, il nuovo singolo di Rocco Hunt e Geolier, ecco audio, testo e significato della canzone su Soundsblog.it

Che me chiamme a fa’?

Questo è il titolo del nuovo singolo di Rocco Hunt inciso insieme a Geolier. Il brano racconta degli interrogativi che nascono di fronte al dubbio della ragazza che si sta frequentando, apparentemente indifferente al sentimento che prova chi canta. Se chiami di notte ma non ci tieni, allora perché chiami? Non mancano le promesse (“Si vuò, tе scrivo na poesia, sì, però je nun so’ Nеruda”) e le domande che nascono spontaneamente di fronte a comportamenti contraddittori.

L’ultimo disco pubblicato da Rocco Hunt è Libertà, uscito nel 2019. Nell’estate 2020, però, è tornato ai primi posti delle classifiche e delle radio grazie alla collaborazione con Ana Mena nel pezzo “A un passo dalla luna”, tra i tormentoni dei mesi estivi.

Geolier, invece, recentemente ha collaborato con Shablo e Sfera Ebbasta in M’Manc, con Gigi d’Alessio in Buongiorno e, nell’estate 2020, con Anna Tatangelo per Guapo.

Cliccando qui potete vedere il lyric video di Che me chiamme a fa’?

A seguire, il testo della canzone.

Rocco Hunt e Geolier, Che me chiamme a fa’?, Testo

[Ritornello: Rocco Hunt]
Ma allora ‘a notte che me chiamme a fa’?
Si overamente nun ce tiene
Dimme pecché mo triemme
Je mo cu’tté nun voglio cchiù pazzià
Dincello ô munno stammo assieme
Si cado, tu me mantiene
Ma allora ‘a notte che me chiamme a fa’?
Si overamente nun ce tiene
Dimme pecché mo triemme
Je mo cu’tté nun voglio cchiù pazzià
Dincello ô munno stammo assieme
Si cado, tu me mantiene

[Strofa 1: Rocco Hunt]
Si vuò, tе scrivo na poesia, sì, però je nun so’ Nеruda
E tu nun sî mica ‘a primma scema ca p”e chiacchiere s’illude
Tu ‘a cunusce ‘a vita mia, sanguisughe e barracuda
Forse è meglio a nun sapè, nun durmisse nu minuto
Na regina vò a nu re, sì, ma ‘o re tene n’impero
E pe cumbattere ‘e nemice ‘n”a vede pe juorne intere
Essa se sente trascurata, ma ‘a fore pare invincibile
Chissà addò trova ‘a forza ‘e se crescere n’atu principe, ehi

[Pre-Ritornello: Rocco Hunt]
Ma pecché nun ce staje maje quando te voglio?
Ma pecché mo faje ‘sta faccia si te spoglio?
Me pare ca ‘nte ‘mporta ‘e me
E nun te voglio mantenè, ehi

[Ritornello: Rocco Hunt]
Ma allora ‘a notte che me chiamme a fa’?
Si overamente nun ce tiene
Dimme pecché mo triemme
Je mo cu’tté nun voglio cchiù pazzià
Dincello ô munno stammo assieme
Si cado, tu me mantiene
Ma allora ‘a notte che me chiamme a fa’?
Si overamente nun ce tiene
Dimme pecché mo triemme
Je mo cu’tté nun voglio cchiù pazzià
Dincello ô munno stammo assieme
Si cado, tu me mantiene

[Strofa 2: Geolier]
Yeah, pecché me dice ca nun t’amo? Je nun ‘e dico cierte ccose
Pe dicere quanto t’amo ancora hann”a ‘nventà ‘e parole
‘O ssaje m’escludo ‘a tutte quante e dico ca me sento sulo
Tu sî bella comm’è che, cchiù assaje vestuta, no annuda
Ma che piense ‘e me quanno parlano tutte quante?
Pecché giustamente loro ancora nun ‘o sanno
So’ nu guaglione ‘e strada e se n’è accorto mamma e babbo
E quanno parlo annanze a lloro in italiano sbaglio
T’accatto aniello ‘e Tiffany, ma vestuto Nike
Jammuncenne a Miami, sî nu quadro ‘e Dalì
Nun me cercà scuse, me ‘nvento na scusa po’ vaco
Tu ‘nviente na scusa dimane

[Pre-Ritornello: Geolier]
Allora ‘a notte che me chiamme a fa’?
Si overamente nun ce tiene
Dimme pecché mo triemme
Je mo cu’tté nun voglio cchiù pazzià
Dincello ô munno stammo assieme
Si cado, tu me mantiene

[Ritornello: Rocco Hunt & Geolier]
Ma allora ‘a notte che me chiamme a fa’?
Si overamente nun ce tiene
Dimme pecché mo triemme
Je mo cu’tté nun voglio cchiù pazzià
Dincello ô munno stammo assieme
Si cado, tu me mantiene