Britney Spears, scontro per il libro autobiografico della sorella Jamie Lynn. E lei ribatte…

Britney Spears contro la sorella Jamie Lynn che pubblicherà un libro autobiografico. Ecco l’accusa a la replica

Continua lo scontro a distanza tra Britney Spears e sua sorella Jamie Lynn. Dopo la fine della tutela da parte del padre, durata circa 14 anni, la popstar ha pubblicamene accusato la famiglia di non averla supportata e di essere rimasta in silenzio per tutto il tempo. E ha puntato il dito proprio contro Jamie Lynn che, nelle scorse ore, ha deciso di replicare via social.

Durante un’intervista a Good Morning America per promuovere il suo nuovo libro autobiografico, “Things i Should have said“, Jamie Lynn, 30 anni, ha parlato della sua decisione di scrivere di momenti particolari con la sorella.

A quel punto, Britney Spears l’ha apertamente accusata di usare il suo nome per vendere copie del libro.

Spero che il tuo libro vada bene. La mia famiglia ha rovinato i miei sogni al 100 miliardo per cento e cerca di farmi sembrare pazza mentre io ho la febbre e non posso muovermi dal letto. La mia famiglia ama buttarmi giù e ferirmi sempre, per questo sono disgustata da loro!”

Successivamente, via Instagram, Jamie Lynn ha preso parola e ha risposto:

“L’ultima cosa che voglio fare è questa, ma eccoci qua… È difficile vedere questi post, perché so che anche il mondo lo vede. Le auguro solo ogni bene. Brit, io sono sempre qui. Onestamente, le cose che vengono dette non sono assolutamente la verità, e devo chiarirlo, perché ora è sempre più difficile per me razionalizzare la cosa con mia figlia maggiore perché la nostra famiglia continua a ricevere minacce di morte, a causa della vaghezza della zia e dei suoi post accusatori. Odio far scoppiare la bolla di mia sorella, ma il mio libro non parla di lei. Non posso fare a meno di essere nata anch’io come una Spears e che alcune delle mie esperienze coinvolgono mia sorella. Ho lavorato sodo da prima ancora di essere un’adolescente e ho costruito una carriera nonostante sia solo la sorellina di qualcuno. Non ci sono parti da prendere e non voglio il dramma, ma sto dicendo la mia verità per curare i miei traumi, quindi posso chiudere questo capitolo e andare avanti, e vorrei che mia sorella potesse fare lo stesso. Qualunque cosa accada, amerò sempre mia sorella maggiore e sarò qui per lei. È ora di porre fine al caos malsano che ha controllato la mia vita per così tanto tempo”

Secondo quanto emerso, come riportato anche dal The Sun, in un passaggio del libro “Things I Should’ve Said”, Jamie Lynn afferma che Britney Spears una volta l’avrebbe portata in una stanza con un coltello e avrebbe chiuso a chiave la porta. Quando le è stato chiesto perché avesse scelto di scrivere di quel momento, Jamie Lynn ha risposto:

“È importante ricordare che ero una bambina in quel momento. Avevo paura. È stata un’esperienza che ho vissuto. “Ma avevo anche paura di, tipo, dire davvero qualcosa perché non volevo turbare nessuno o niente. Ma ero anche così sconvolto che non si sentiva al sicuro”.

Poi ha aggiunto:

Sono sempre stata la più grande sostenitrice di mia sorella. Quindi, quando aveva bisogno di aiuto, ho creato dei modi per farlo, ho fatto di tutto per assicurarmi che avesse i contatti di cui aveva bisogno per andare avanti e porre fine a questa tutela e porre fine a tutto questo per la nostra famiglia”

Il librò uscirà il 18 gennaio 2022.