Paolo Sutera

Nato in un piccolo, sperduto ed anonimo paesino del Nord Italia, trova la sua massima aspirazione nel cercare vie di fuga dalla solita realtà che non comportino particolari dispendi di sudore. Trova la migliore soluzione nella visione massiccia (ma si legga anche compulsiva) di serie tv. Comedy, drama, sit.-com, thriller, mistery, ed una dose di fiction made in Italy, non fa discriminazioni, almeno per i primi episodi. Poi sopraggiunge la regola che, un po' come Dexter, lo porta a falciare chi se lo merita e chi no: ma se Dexter prima fa l'ematologo e poi decima le sue vittime con coltelli e sedativi, lui, se di giorno si camuffa da improbabile speaker radiofonico, la sera si dà al suo Passeggero Seriale a colpi di tastiera. Che ci si sporca meno.