Ara Malikian, il violinista in concerto, stasera 2 agosto 2022, all’Auditorium Parco della Musica a Roma

Ara Malikian si esibirà in concerto all’Auditorium Parco della Musica a Roma, stasera, 2 agosto 2022: info biglietti, tutte le anticipazioni

Ara Malikian è un violinista di origine armeno-spagnola che si esibirà questa sera, 2 agosto 2022, a Roma, all’Auditorium Parco della Musica.

Il musicista è nato a Beirut nel 1968 da una famiglia armena e ha iniziato a suonare il violino fin da giovanissima, incoraggiato dal padre violinista, che si è esibito con il noto cantante libanese Fairuz.. Ara Malikian ha tenuto il suo primo concerto all’età di 12 anni e, a 14 anni, è stato invitato a studiare presso la Hochschule für Musik und Theater Hannover situata ad Hannover, in Germania. A 15 anni, era lo studente più giovane ad essere ammesso in questa scuola. In parallelo ai suoi studi, ha seguito lezioni dai professori Ruggiero Ricci, Ivry Gitlis, Herman Krebbers e da membri dell’Alban Berg Quartet. Ha assimilato la musica di altre culture come quelle del Medio Oriente (araba ed ebraica), dell’Europa centrale (zingara e klezmer), dell’Argentina (tango) e della Spagna (flamenco). Inizia poi a suonare il violino come solista, riprendendo Paganini e Bach e affermandosi sempre più nel settore.

Nella sua carriera ha suonato in più di 40 Paesi, dal Canada all’Italia, passando per la Germania e gli Stati Uniti d’America.  Il suo ultimo disco pubblicato, Royal Garage, risale al 2019. Ha anche collaborato con compositori di musica da film come Alberto Iglesias con il quale ha lavorato creando la colonna sonora del film di Pedro Almodovar, Parla con lei.

In un’intervista rilasciata al Corriere, ha raccontato di come la musica l’abbia salvato e lo abbia “distratto” dalla guerra che lo circondava e prima di abbandonare il Libano. E con quello che sta accadendo adesso in Ucraina, la riflessione è d’obbligo:

Mi viene in mente tutto quel periodo in Libano, i bambini sono sempre quelli che soffrono di più, in ogni conflitto nel mondo

Poi, aggiunge:

Alcuni artisti russi vengono messi al bando perché non condannano esplicitamente Putin, ma bisogna capire che non è facile farlo se vivi in Russia, anche se sei contro la guerra. L’arte non dovrebbe mai pagare le decisioni sbagliate dei dittatori e dei politici. Mio nonno ha sofferto il genocidio armeno, ma io ho imparato che puoi prendertela con i governi, non con le persone

Ara Malikian si esibirà questa sera a Roma, in concerto. Sono ancora disponibili biglietti a partire da 25 euro (Tribuna Laterale Balaustra Visibilità Ridotta) fino ai 63 euro del Parterre Numerato. Clicca qui per tutte le informazioni e per l’acquisto.