Alfredo Cerruti è morto: è stato il fondatore degli Squallor

E’ morto Alfredo Cerruti, tra i fondatori del gruppo musicale degli Squallor, è stato anche produttore discografico

E’ morto Alfredo Cerruti. E’ stato fondatore, voce degli Squallor e produttore discografico. L’uomo aveva 78 anni e diede vita al gruppo insieme a Elio Gariboldi, Giancarlo Bigazzi e Daniele Pace e Totò Savio.

A dare l’annuncio della sua scomparsa è stato Dino Vitola, il suo manager:

“Alfredone non c’è più, è in cielo. Era un mio fratello più grande ma era piccolo. Dotato di una grandissima intelligenza era di un grande ingegno. È stato il fondatore e la voce degli Squallor. Un grandissimo direttore artistico. Grande autore per la televisione. Un grande uomo perbene. Abbiamo vissuto insieme solo momenti e giorni bellissimi. Con lui era sempre una festa, una gioia, le cene al Matriciano a Roma ed al Santa Lucia a Milano erano sempre dei film. Un po’ della sua ironia sono riuscito a prenderla. Grazie Alfredo, tutte le mie preghiere saranno per te. Ti vorrò sempre bene, amico mio”.

La notizia è stata anche condivisa dall’amico Natalino Candido sulla pagina fan club dedicata all’artista  (“Alfredo Cerruti fan club”).

Contattato dall’Ansa, Renzo Arbore ha commentato così la scomparsa dell’amico:

“Aveva un talento incredibile nello scovare gli altri talenti: persone come Gigliola Cinquetti o i Pooh furono sue scoperte”

Gli Squallor hanno pubblicato, in totale, 35 album: 14 dischi in studio e 21 raccolte. Sono durati dal 1969 al 1994.

Il loro esordio discografico fu nel 1973.

Nella sua carriera, Alfredo Cerruti aveva collaborato ai testi di Indietro Tutta! e ha firmato anche le edizioni 1998-1999 e 1999-2000 di Domenica in, celebre contenitore pomeridiano di Rai Uno.