A Sora Mia, Nancy Coppola: testo, video, significato della canzone

A Sora Mia: testo, video ufficiale, audio, significato della nuova canzone di Nancy Coppola in tendenza nella sezione musica di Youtube

Porta per titolo ‘A Sora Mia’, il nuovo singolo di Nancy Coppola. Il brano è una cover di un successo di quasi venti anni fa dell’artista neomelodico, Ciro Rigione. Il video ufficiale della canzone, in poche ore, è finito in tendenza su Youtube.

A Sora Mia, Nancy Coppola, significato

Una dedica molto dolce, carica di sentimento, di una donna ad una sorella che sta per lasciare la casa natale per vivere la sua nuova vita da moglie.

A Sora Mia, Nancy Coppola, video

Cliccate sulla foto, in basso, per guardare il video ufficiale della canzone.

Nancy Coppola

A Sora Mia, Nancy Coppola, testo

Ecco il testo di ‘A Sora mia’:

L’album re fotografie
racconta e’ storie ra famiglia mja
quant’ è u’ mument felic’
rint’ a na’ cos’ che c’arricurdamm’
stiv’ tu a’ primma fest’
na candelina pront’ alla stutà
tu a sora mia piccerelle
poi ce faj chiagnere e’ felicità

Perché riman’ t’à spusà
perché riman’ se ne va
chi fin’ a ieri insieme a me
a sera prima e se cuccà
quant’ e risate sera fa
e chillu’ scuorn n’facc a te
quant’ me vista raccuntà
ro prim’ vas’ e chillu là.

Perché riman’ t’à spusà
perché riman’ rest’ ccà
na stanz’ a rò rummiv’ tu
stu liett’ mò nun se fà cchiu
rint’ a na lacrime e’ mammà
cche nun te ven’ ad accummiglià
sta cas’ e grossa senza e tè
cà tutte e cos’ parl e tè.

Te staj purtann’ cu tè
a bambulella ca’ accattaj papà
tutte e’ pazziell ra’ ier
ca’ nun vuliv’ che ta tuccav.
Il tuo diario segreto
che tutta’ a vit’ t’accumpagnat
song’ nu poc gelos
ma prego a Dio
ppo’ ben’ che t’addà ra.

Perché riman’ t’à spusà
perché riman’ se ne va
chi fin’ a ieri insieme a me
a sera prima e se cuccà
quant’ e risate sera fa
e chillu’ scuorn n’facc a te
quant’ me vista raccuntà
ro prim’ vas’ e chillu là.

Perché riman’ t’à spusà
perché riman’ rest’ ccà
na stanz’ a rò rummiv’ tu
stu liett’ mò nun se fà cchiu
rint’ a na lacrime e’ mammà
cche nun te ven’ ad accummiglià
sta cas’ e grossa senza e tè
cà tutte e cos’ parl e tè.

Perché riman’ t’à spusà
perché riman’ rest’ ccà
na stanz’ a rò rummiv’ tu
stu liett’ mò nun se fà cchiu
rint’ a na lacrime e’ mammà
cche nun te ven’ ad accummiglià
sta cas’ e grossa senza e tè
cà tutte e cos’ parl e tè.

E te.

Tanti auguri.