Kate Nash: “Do Wah Doo” è il nuovo singolo

Ho sempre provato molta ammirazione per Kate Nash. La sua verve giovanile, un pò sopra le nuvole, il timbro vocale semplice ma di grosso impatto e la musicalità spensierata hanno costituito il suo punto di forza grazie al quale è stata in grado di raggiungere le vette delle classifiche di molti paesi del mondo. Adesso


Ho sempre provato molta ammirazione per Kate Nash. La sua verve giovanile, un pò sopra le nuvole, il timbro vocale semplice ma di grosso impatto e la musicalità spensierata hanno costituito il suo punto di forza grazie al quale è stata in grado di raggiungere le vette delle classifiche di molti paesi del mondo. Adesso la giovane cantante ci riprova con un nuovo progetto discografico anticipato dal singolo “Do Wah Doo” di cui vi mostriamo un breve assaggio dopo il salto.

Purtroppo con la nuova canzone non c’è stata evoluzione, quella funzionale al buon proseguimento della sua carriera: è noto infatti che disco dopo disco bisogna saper ri-inventare (senza mai perdere, ovviamente, quel filo di continuità col passato) la propria maniera di presentarsi al pubblico in modo da non cadere nel pericolo di diventare copia di se stessi.

Questa sembra essere la ricetta del successo e molte star un pò vecchiotte, che sono ancora in giro, ne sono la dimostrazione. Con questo non si vuol dire che bisogna stravolgere la propria identità sonora ogni volta che si propone un nuovo album: si tratta di trovare quell’elemento di novità che riesca ad incuriosire l’ascoltatore, proprio come hai fatto la fantastica Lily Allen col suo ultimo lavoro, molto apprezzato da critica e pubblico.

Kate sembra non aver capito questa politica e ci propone un brano che, per quanto carino e simpatico possa essere, non aggiunge nulla di innovativo al suo percorso artistico. S’è creata la fossa con le proprie mani? Solo il tempo potrà darci la risposta. Intanto voi diteci cosa pensate a riguardo.

I Video di Blogo

Alessandro Cattelan, Ce la faremo

Ultime notizie su Novità discografiche

Tutto su Novità discografiche →