Jovanotti, Terra degli Uomini nuovo singolo (testo e audio)

E' Terra degli Uomini, il nuovo singolo di Jovanotti, in rotazione radiofonica a partire da oggi, 31 gennaio 2013. Si legge sulla pagina ufficiale Facebook:

Terra degli uomini” è una ballata per chitarra pianoforte basso e voce. Un pezzo “nudo” registrato in una session che fotografa l’emozione strana di un attimo di vita, o di una vita intera, o forse della vita, quella che scorre, non lo so, non so mai cosa c'è dentro una canzone. Il titolo si ispira a un libro di “Antoine de Saint’exupery”, l’autore de “il piccolo principe”, il racconto in prima persona dei suoi giorni nell’epoca mitica dell’aviazione. Un libro speciale di uno dei miei autori più amati. “Terra degli uomini” è l’unico degli inediti di Backup che non è nato apposta per questa raccolta ma lo avevo nel cassetto già dalla fine delle sessions di Safari. Lo avevo scritto quando quel disco era ormai chiuso e pensavo di registrarlo per l’album successivo: ORA. Poi non l’ho fatto. Ho aspettato di farla per quando avrei raccolto il mio “best”. Penso di sapere perché: prima o poi dalle mie parti speravamo tutti in un tour negli stadi e “Terra degli uomini” dovrà debuttare lì, era scritto! So che quando suoneremo questa canzone sarà un momento pazzesco e voglio che la prima volta sia sotto a un cielo di stelle, di fronte alla mia gente, a tutta la mia gente. L’abbiamo registrata in un unico take e la voce principale che si sente è il primo e unico passaggio di “nastro” in un pomeriggio a Cortona, nel mio studio, con Saturnino al basso, Riccardo alla chitarra e Frank al piano. Poi abbiamo provato a farla meglio, a cercare soluzioni di arrangiamento, ad aggiungere una batteria e dell’elettronica, perfino un’orchestra ma niente, quella cosa fatta di getto aveva una magia e credo che si senta. Terra degli uomini non ha ancora un video ufficiale pronto e non si hanno notizie sulla sua futura esistenza, potrebbe anche rimanere così, a disposizione di chi vorrà fare un suo video e postarlo nella rete.

A seguire, il testo e l'audio della canzone.

E a volte i forzuti si accasciano,
dimenticano ogni lezione,
lo sai cosa intendo se dico
che a tutto c'è una soluzione,
e tutte le luci si accendono,
miliardi di pixel si infiammano,
si muovono a ritmo di un battito
di un battito, di un battito!
E sotto ai miei piedi
c'è un polso,
e sulla mia testa
c'è il cielo,
e io vivo proprio nel mezzo,
nella terra degli uomini,
dove suona la musica,
e governa la tecnica,
e mi piace la plastica,
si sperimenta la pratica
E si forma la lacrima,
dove suona la musica,
e il futuro si srotola,
e l'amore si fa...
E l'amore si fa!
Son sempre i migliori che partono,
ci lasciano senza istruzioni,
a riprogrammare i semafori,
in cerca di sante ragioni
e c'è sempre un gran sole
a sorprenderci nell'indifferenza degli arbitri,
che stanno lì a leggere i monitor
con le facce impassibili,
e sotto i miei piedi
c'è un baratro,
e sulla mia testa
c'ho gli angeli,
e qui siamo proprio nel mezzo,
nella terra degli uomini,
dove suona la musica,
l'amicizia si genera,
dove tutto è possibile,
dove un sogno si popola,
la chitarra sia elettrica,
e risuona gli armonici,
dove ridono i salici,
dove piangono i comici,
e la forza si amplifica,
ed il sangue si mescola,
e l'amore è una trappola
Mica sempre però
Qualche volta ti libera,
e ti senti una favola,
e ti sembra che tutta la vita
non è solamente retorica,
ma sostanza purissima,
che ti nutre le cellule,
e ti fa venir voglia di vivere
fino all'ultimo attimo,
dove suona la musica,
nella terra degli uomini,
dove trovi anche un posto
per chi ti sorride da un angolo,
fino all'ultimo attimo
fino all'ultimo attimo
fino all'ultimo attimo

  • shares
  • Mail