Marco Masini: "Talent show? Alessandra Amoroso unica voce interessante. Tiziano Ferro bravissimo ma non è il nuovo Baglioni"

Tra i protagonisti più applauditi della Canzonissima de I migliori anni, Marco Masini ha ripercorso assieme a Giancarlo Dotto, la lunga carriera tra luci ed ombre, alti e bassi sempre a testa alta:

Sono contento di fare I migliori anni, mi tiene impegno, mi diverto tantissimo a studiare nuovi arrangiamenti e poi mi consente di fare duetti come quello con Keith Emerson, un mio idolo. Come vocalità mi piace Steven Tyler, la più grande voce del rock.

Il notissimo cantautore è piuttosto scettico sui protagonisti di talent show con qualche rara eccezione:

Se devi fare la lista del successi anni '70 '80 non bastano cento pagine. La musica del Duemila ne basta e avanza una. Ci sono bellissime voci ma non c'è più melodia. L'unica voce interessante (da talent show, ndb) è Alessandra Amoroso.

Del panorama musicale degli ultimi anni, Masini promuove alcuni colleghi (con riserva):

Tiziano Ferro, bravissimo, ma non è il nuovo Baglioni.

Il cantante di successi indimenticabili come Vaffanculo e Bella Stronza ha dovuto superare le malelingue di certi addetti ai lavori  molto ignoranti (fu accusato di essere uno iettatore come Mia Martini) che hanno ostacolato la propria professione:

Io non sono uno che si arrende facilmente, ma è impossibile combattere contro un esercito corazzato di trogloditi. Ero accusato all'epoca di difendere una generazione di disperati, di cantare i perdenti. Era la mia sfida, tanti santoni non mi digerivano. La mia casa discografica mi aveva restituito il contratto, non mi voleva più ospite nessuno nelle trasmissioni, non potevo fare la promozione dei miei album. Dimmi tu, come fai a difenderti da chi ti dà del menagramo? E' spaventoso. Diventi uno che fa male al prossimo. Era come tornare ai tempi della stregoneria come all'Inquisizione.

Non tutto il male viene per nuocere?

Foto | Pagina Ufficiale Facebook

  • shares
  • Mail