Maria De Filippi entra nell'industria discografica?


Maria De Filippi è pronta a fondare un'etichetta discografica? Voci e smentite si rincorrono in un recentissimo articolo apparso su Il Corriere della Sera, non chiarendo definitivamente la situazione.

Ai leciti sospetti del Corriere, che puntano su un business goloso grazie a un'apertura dei discografici sempre più palese verso gli artisti di "Amici", risponde la stessa De Filippi: «Non voglio fare la discografica nella vita. Però ho passato le vacanze di Natale a selezionare le canzoni proposte ai ragazzi per la compilation. Non voglio quella responsabilità, ma mi diverto, lo faccio con il gusto di uno che ascolta musica. Non aprirò un etichetta».

Il pubblico di Amici, ben avvezzo al televoto, ha trascinato Marco Carta alla vittoria dello scorso Festival di Sanremo, e in molti sospettano che la stessa cosa accadrà quest'anno con il nuovo volto della scuderia di Canale 5, Valerio Scanu (molto più meritevole e talentuoso del suo mediocre predecessore, secondo la modesta opinione di chi vi scrive).

Dato che ogni pubblico ha quel che si merita, pare chiaro che se un Marco Carta può vincere Sanremo non è poi fantascienza pensare all'arrivo di un'etichetta "Maria de Filippi Records" che raccolga tutti i giovani virgulti tanto cari alle nostre ragazzine teledipendenti.

  • shares
  • Mail