Justin Timberlake: finisce in tribunale il caso della fan ossessiva

La vita multi-milionaria di una giovane star del pop, malgrado la stragrande maggioranza delle persone pensi che sia tutta “rose e fiori”, può riservare sorprese piuttosto sgradite: ne sa qualcosa il povero Justin Timberlake, costretto a trascinare in tribunale una fan per averlo pedinato e per essersi introdotta illegalmente dentro l’umile dimora dell’ex ‘N Sync.


La vita multi-milionaria di una giovane star del pop, malgrado la stragrande maggioranza delle persone pensi che sia tutta “rose e fiori”, può riservare sorprese piuttosto sgradite: ne sa qualcosa il povero Justin Timberlake, costretto a trascinare in tribunale una fan per averlo pedinato e per essersi introdotta illegalmente dentro l’umile dimora dell’ex ‘N Sync.

La senzatetto quarantottenne Karen McNeil, stando a TMZ, sarebbe stata già condannata a mantenere almeno 100 metri di distanza dal suo Justin e a sottoporsi obbligatoriamente “a custodia psichiatrica per il suo minaccioso, intrusivo e pericoloso comportamento” dimostrato.

Giustizia è stata finalmente fatta: d’ora in avanti, quindi, il buon Justin Timberlake potrà godere della ritrovata pace fra le quattrocento quattro mura casalinghe per gettarsi serenamente in una nuova avventura discografica che, collaborazioni a parte, manca dal 2006-07, ossia dall’uscita del suo secondo album solista “FutureSex/LoveSounds“.

via | TMZ