La EMI attacca: quei download dei Beatles sono illegali

Curiosamente a ridosso dell’annuncio della mela-usb in arrivo per il prossimo 7 dicembre, la EMI sferra il primo attacco alla Bluebeat. Cosa è accaduto? Cerchiamo di capirlo. I diritti dell’intero catalogo dei Beatles sono di proprietà della Apple Corps (non quella di Cupertino). La EMI detiene un accordo esclusivo. Tanto che, persino le trattative con


Curiosamente a ridosso dell’annuncio della mela-usb in arrivo per il prossimo 7 dicembre, la EMI sferra il primo attacco alla Bluebeat. Cosa è accaduto? Cerchiamo di capirlo.

I diritti dell’intero catalogo dei Beatles sono di proprietà della Apple Corps (non quella di Cupertino). La EMI detiene un accordo esclusivo. Tanto che, persino le trattative con la Apple (quella di Cupertino) per digitalizzare i brani e venderli su iTunes sono ancora -al momento- in alto mare.

Spunta allora Bluebeat che appartiene alla fantomatica Media Rights Technologies: un sito che fornisce download a pagamento. A questo indirizzo è disponibile tutta la discografia dei Fab Four sia in streaming (basta registrarsi) che in vendita a 25 cent per ogni brano. La EMI ha reso noto di non aver in nessun modo autorizzato Bluebeat a vendere i file in formato digitale. Staremo a vedere come si concluderà la sfida (a colpi di avvocati, probabilmente).

Foto | Last.fm

I Video di Blogo

Emis Killa: “Tijuana il mio singolo estivo, ora il tour ma sto già lavorando ad altri progetti”

Ultime notizie su Novità discografiche

Tutto su Novità discografiche →