Graham Coxon e i Blur: non c'è un futuro

blurlive

Ci avevamo sperato. Da fan dei Blur, dopo le date del Glastonbury festival e di T In The Park, tutto lasciava presagire una reunion. Fosse anche stato solo per un disco. Intesa perfetta sul palco, i filmati delle prove in cui improvvisavano e si divertivano ancora come ai tempi del brit-pop. Invece, la doccia fredda.

Graham Coxon, in una video intervista esclusiva per NME, ha confermato che i Blur non hanno intenzione di suonare ancora insieme dal vivo né di realizzare altro come band. "Siamo in contatto, ci chiediamo ogni tanto: 'come butta?' e tutto il resto, ma non si è mai parlato di altri show né di qualsiasi altra collaborazione. Ognuno di noi oggi, è tornato alla sua vita 'senza Blur'. Legge, formaggio e musica, suppongo".

Se con i Blur non c'è più altro da aggiungere, Coxon ha invece l'intenzione di premere sull'acceleratore con la carriera solista. Ha infatti in programma tre date (Manchester, Edimburgo, Londra) a novembre in cui si proporrà con il nome di The Graham Coxon Power Acoustic Ensemble e suonerà in ciascuna con ospiti musicali diversi.

  • shares
  • Mail